menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Brusco: "Il Day Hospital di oncologia di Borgo Trento deve rimanere dov'è"

Il consigliere regionale del Movimento 5 Stelle è intervenuto sulla questione del possibile spostamento di alcuni reparti al Policlinico di borgo Roma, salvo poi rassicurare dicendo che "non è previsto nessuno spostamento"

Il Day Hospital di oncologia di Borgo Trento deve rimanere dov'è e non essere trasferito al Policlinico di borgo Roma. A chiederlo è il consigliere regionale del Movimento 5 Stelle Manuel Brusco, il quale ha confessato di essere stato da più malati e parenti di pazienti nelle ultime settimane, che hanno manifestato le loro preoccupazioni in merito al ventilato prossimo trasferimento delle attività terapeutiche.

Per il pentastellato, sarebbe insensato, anacronistico e difficile da spiegare ai cittadini l’alterazione di questo equilibrio funzionale trasportando a Borgo Roma tutti i trattamenti medici antitumorali. Soprattutto in considerezione del fatto che ogni Cancer Center di prestigio, com’è ora Borgo Trento che rappresenta un Polo Oncologico di eccellenza riconosciuto a livello regionale e nazionale, accorpa nella stessa sede le Chirurgie oncologiche, ed altre funzionalità come ad esempio la Radioterapia, l’Oncologia Medica e la Radiodiagnostica.

“Tutto questo – spiega Brusco - andrebbe a creare enormi disagi a gran parte dei pazienti, già provati da patologie gravissime, che dovrebbero subire un continuo e travagliato tragitto fra una sede e l'altra, col rischio di non eseguire correttamente e tempestivamente i trattamenti programmati.
Si creerebbe una situazione di criticità in cui il paziente oncologico, nonostante la gravità della patologia, non sarebbe messo al centro del processo diagnostico-terapeutico ma ne finirebbe ai margini".

Della vicenda si sta interessando anche il candidato sindaco del Movimento 5 Stelle alle prossime elezioni amministrative Alessandro Gennari, assieme ad altri membri del M5S cittadino tra cui i candidati consiglieri Francesco Campara e Riccardo Saurini.

“Ho chiesto – annuncia il consigliere regionale - un incontro alla direzione sanitaria e generale dell’azienda ospedaliera di Verona, per avere chiarimenti in merito e nell’occasione mi è stato riferito che non è previsto nessuno spostamento del Day Hospital oncologico di Borgo Trento e che tutto rimarrà così come è strutturato ora, fatta eccezione per alcuni reparti tra cui Dermatologia e che verranno trasferiti al policlinico di Borgo Roma.
Nell’incontro avuto con i due Direttori (Dr. Cobello e Dr.ssa Bovo) – conclude Brusco - ho potuto apprendere che le decisioni dell’Azienda Ospedaliera di Verona non saranno quindi legate a questioni temporali e politiche, ma saranno sempre ponderate nel rispetto della salute e delle cure dei pazienti.
Ho preso atto con sollievo delle risposte dei due Direttori e delle loro dichiarate intenzioni a favore dei pazienti oncologici, ma se le loro fossero state risposte di circostanza ed in un futuro più o meno prossimo la situazione dovesse cambiare allora non esiteremmo un attimo a scendere in lotta per far valere i diritti dei pazienti oncologici veronesi”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Benessere

    I 5 DPI più efficaci per contrastare il Covid-19

  • Casa

    Bollette luce e gas: come ottenere la rettifica

  • Formazione

    Quali sono le soft skills più richieste nel 2021? Come apprenderle

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento