Blitz di carabinieri e polizia in un residence: spuntano armi e locazioni abusive

Nell'ambito di un'operazione congiunta di carabinieri e polizia locale che ha visto controllati circa 120 appartamenti di un complesso residenziale a Peschiera del Garda, è stato arrestato un 32enne tunisino pregiudicato

Un pregiudicato arrestato con due pistole e proiettili, scoperte alcune locazioni turistiche abusive, effettuate perquisizioni e ispezioni domiciliari, identificate oltre ottanta persone: questo è il risultato dell’operazione svolta mercoledì mattina congiuntamente da carabinieri della Compagnia di Peschiera del Garda e dalla polizia locale.

L’obiettivo è stato un grosso complesso residenziale arilicense costituito da cinque edifici ed oltre 120 appartamenti, parte dei quali occupati da residenti, altri in uso a persone domiciliate o di passaggio. Alle prime ore della mattinata una ventina di carabinieri e agenti hanno bussato a tutte le porte, identificando attentamente ogni inquilino, controllando i documenti di tutti i presenti nelle abitazioni.

Quando un pregiudicato tunisino 32enne ha aperto la porta a due militari, ha dimostrato notevole insofferenza al controllo, reagendo aggressivamente alla richiesta di esibire i suoi documenti. Nel suo monolocale è stata effettuata una accurata perquisizione nel corso della quale, dal fondo di un cassetto, sono spuntate fuori due pistole a salve, modificate per essere utilizzate con vere munizioni, del tutto identiche a quelle in uso alle forze dell’ordine. Sequestrate anche alcune decine di proiettili. Per lo straniero è scattato quindi l’arresto in flagranza e l’uomo è stato rinchiuso nel carcere di Verona Montorio. Questa mattina il G.I.P. Donati del Tribunale di Verona ha convalidato l’arresto e disposto la custodia cautelare in carcere dell’uomo, in attesa del processo.

Nell’ambito della stessa operazione sono stati identificati alcuni cittadini stranieri che trascorrevano le proprie vacanze all’interno di appartamenti adibiti a locazione turistica, affittati tramite annunci su siti specializzati. A carico dei rispettivi proprietari sono in corso accertamenti della polizia locale di Peschiera del Garda al fine di verificare la legittimità della locazione turistica ed il possesso delle prescritte autorizzazioni e previste comunicazioni dei dati degli alloggiati.

Da sottolineare come la gran parte dei residenti è stata comunque ben lieta delle verifiche finalizzate alla sicurezza comune: un attento controllo del territorio è obiettivo fondamentale per le forze dell’ordine che operano sul lago di Garda, dove anche quest’anno si attendono milioni di turisti.

A tal proposito il Sindaco di Peschiera Orietta Gaiulli ha dichiarato: “Sono particolarmente soddisfatta della sinergia che si è creata tra le forze di polizia presenti sul territorio di Peschiera del Garda e l’Amministrazione comunale nell’interesse esclusivo della cittadinanza. La segnalazione di alcune irregolarità verificate nei luoghi di cui si tratta è partita proprio dall’amministrazione comunale che, per il tramite della polizia locale, ha interessato i carabinieri della Compagnia di Peschiera. Ringrazio il Maggiore Francesco Milardi, comandante della compagnia carabinieri, e Mirko Bendazzoli, comandante della polizia locale, per l’ottimo lavoro svolto. Ritengo fondamentale garantire la sicurezza sul territorio di Peschiera e lo strumento per ottenerla è proprio la stretta collaborazione tra gli enti, in questo caso, amministrazione comunale e forze di polizia”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Va allo Spi per un controllo: 70enne scopre che l'inps gli deve quasi 37 mila euro

  • Protagonista del servizio di "Striscia la Notizia", aggredito e derubato in città

  • Illasi, non digerisce un commento negativo della suocera e l'accoltella

  • Omicidio di Isola Rizza ripreso dalle telecamere: il cerchio inizia a stringersi

  • Boato nella notte a Verona: bancomat assaltato e ladri in fuga col denaro

  • Controlli notturni dei carabinieri di Legnago e San Bonifacio per contrastare i furti in casa

Torna su
VeronaSera è in caricamento