Blitz di carabinieri e polizia in un residence: spuntano armi e locazioni abusive

Nell'ambito di un'operazione congiunta di carabinieri e polizia locale che ha visto controllati circa 120 appartamenti di un complesso residenziale a Peschiera del Garda, è stato arrestato un 32enne tunisino pregiudicato

Un pregiudicato arrestato con due pistole e proiettili, scoperte alcune locazioni turistiche abusive, effettuate perquisizioni e ispezioni domiciliari, identificate oltre ottanta persone: questo è il risultato dell’operazione svolta mercoledì mattina congiuntamente da carabinieri della Compagnia di Peschiera del Garda e dalla polizia locale.

L’obiettivo è stato un grosso complesso residenziale arilicense costituito da cinque edifici ed oltre 120 appartamenti, parte dei quali occupati da residenti, altri in uso a persone domiciliate o di passaggio. Alle prime ore della mattinata una ventina di carabinieri e agenti hanno bussato a tutte le porte, identificando attentamente ogni inquilino, controllando i documenti di tutti i presenti nelle abitazioni.

Quando un pregiudicato tunisino 32enne ha aperto la porta a due militari, ha dimostrato notevole insofferenza al controllo, reagendo aggressivamente alla richiesta di esibire i suoi documenti. Nel suo monolocale è stata effettuata una accurata perquisizione nel corso della quale, dal fondo di un cassetto, sono spuntate fuori due pistole a salve, modificate per essere utilizzate con vere munizioni, del tutto identiche a quelle in uso alle forze dell’ordine. Sequestrate anche alcune decine di proiettili. Per lo straniero è scattato quindi l’arresto in flagranza e l’uomo è stato rinchiuso nel carcere di Verona Montorio. Questa mattina il G.I.P. Donati del Tribunale di Verona ha convalidato l’arresto e disposto la custodia cautelare in carcere dell’uomo, in attesa del processo.

Nell’ambito della stessa operazione sono stati identificati alcuni cittadini stranieri che trascorrevano le proprie vacanze all’interno di appartamenti adibiti a locazione turistica, affittati tramite annunci su siti specializzati. A carico dei rispettivi proprietari sono in corso accertamenti della polizia locale di Peschiera del Garda al fine di verificare la legittimità della locazione turistica ed il possesso delle prescritte autorizzazioni e previste comunicazioni dei dati degli alloggiati.

Da sottolineare come la gran parte dei residenti è stata comunque ben lieta delle verifiche finalizzate alla sicurezza comune: un attento controllo del territorio è obiettivo fondamentale per le forze dell’ordine che operano sul lago di Garda, dove anche quest’anno si attendono milioni di turisti.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

A tal proposito il Sindaco di Peschiera Orietta Gaiulli ha dichiarato: “Sono particolarmente soddisfatta della sinergia che si è creata tra le forze di polizia presenti sul territorio di Peschiera del Garda e l’Amministrazione comunale nell’interesse esclusivo della cittadinanza. La segnalazione di alcune irregolarità verificate nei luoghi di cui si tratta è partita proprio dall’amministrazione comunale che, per il tramite della polizia locale, ha interessato i carabinieri della Compagnia di Peschiera. Ringrazio il Maggiore Francesco Milardi, comandante della compagnia carabinieri, e Mirko Bendazzoli, comandante della polizia locale, per l’ottimo lavoro svolto. Ritengo fondamentale garantire la sicurezza sul territorio di Peschiera e lo strumento per ottenerla è proprio la stretta collaborazione tra gli enti, in questo caso, amministrazione comunale e forze di polizia”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Auto in fiamme dopo lo scontro con un autocarro: morta una donna

  • Cosa fare a Verona e provincia durante il weekend dal 10 al 12 luglio 2020

  • Perde il controllo della moto, esce di strada e muore sulla Transpolesana

  • Morto in A22 a 37 anni: scoppiate le gomme posteriori, il furgone è diventato incontrollabile

  • Omicidio Micaela Bicego, trovata mannaia nello zainetto della vittima

  • Coronavirus: in Veneto nuovi casi positivi e ricoveri, 4 morti di cui 3 sono a Verona

Torna su
VeronaSera è in caricamento