menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Immagine di repertorio

Immagine di repertorio

Neve sul Veronese, spargisale in azione e la Regione convoca l'Unità di Crisi

Già nella serata di martedì i mezzi per lo spargimento di cloruri sono entrati in funzione per evitare la formazione di ghiaccio e proseguiranno nella loro opera anche nelle ore successive

Diverse aree del territorio veronese sono state interessate dalla nevicata che è caduta il 2 dicembre. La Provincia di Verona informa che i mezzi per lo spargimento di cloruri, per evitare la formazione di ghiaccio, hanno cominciato a operare già dalla serata di martedì
Mercoledì mattina inoltre, hanno preso il via gli interventi per lo sgombero dalla neve delle a partire dalle zone dove si sono registrati i maggiori accumuli, in particolare nell'area est della Lessinia e nelle valli verso il confine con il vicentino. Nevicate sono state registrate anche lungo le provinciali sul Baldo. Nel corso della mattinata poi la quota neve si è abbassata ulteriormente, con accumuli, per lo più modesti, in alcune fasce della pianura.
I mezzi per lo spargimento dei cloruri resteranno operativi anche nelle prossime ore, dal momento che nelle zone soggette a nevicate di maggiore entità si sono registrati, in alcuni casi, rallentamenti lungo la viabilità provinciale.
Per venerdì è attesa una nuova perturbazione e tutti gli operatori dei mezzi per la pulizia delle strade di competenza dell'ente sono già stati allertati.

Visto il possibile protrarsi del maltempo, la Regione Veneto e la Protezione Civile, hanno deciso di convocare per il pomeriggio del 3 dicembre l'Unità di Crisi. Riunione alla quale parteciperanno anche i vigili del fuoco, il Suem 118, Arpav, Veneto Strade e Anas.
«Le previsioni – dice l’Assessore regionale alla Protezione Civile Gianpaolo Bottacin – indicano condizioni critiche fino al fine della settimana, con nevicate in quota e conseguente rischio valanghe. Nel resto del territorio, in particolare nell’area pedemontana, sono attese forti piogge, con rischi per la tenuta idrogeologica. Al tavolo dell’Unità di crisi faremo una valutazione della situazione, per programmare le azioni da mettere in campo».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Benessere

    I 5 DPI più efficaci per contrastare il Covid-19

  • Casa

    Bollette luce e gas: come ottenere la rettifica

  • Formazione

    Quali sono le soft skills più richieste nel 2021? Come apprenderle

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento