menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Manifestazione anti-Pfas (Foto di repertorio)

Manifestazione anti-Pfas (Foto di repertorio)

Pfas, Bottacin: «Dal ministro Costa solo annunci. Noi unici a porre limiti»

Il ministro dell'ambiente aveva comunicato la volontà di istituire una cabina di regia nazionale e di costituirsi parte civile nel processo contro la Miteni. L'assessore regionale: «Lo abbiamo già doppiato»

Il consigliere regionale del Movimento 5 Stelle Manuel Brusco aveva definito sconveniente il commento dell'assessore regionale all'ambiente del Veneto Gianpaolo Bottacin all'iniziativa annunciata dal riconfermato ministro dell'ambiente Sergio Costa sui Pfas. A margine dell'audizione davanti alla commissione sulle ecomafie, Costa aveva comunicato la volontà di istituire una cabina di regia nazionale sui limiti della presenza di Pfas nelle acque potabili. Inoltre, il Ministero dell'Ambiente si costituirà parte civile nel processo penale contro la Miteni.

Per Bottacin, il ministro Costa è in ritardo rispetto a quanto già fatto dalla Regione Veneto. «Mentre il M5S accusava il sottoscritto di inerzia, la Regione Veneto, unica in Italia, aveva già fissato i limiti per i Pfas, denunciato alla Procura il crimine e avviato la procedura per la costituzione di parte civile», ha ribadito ancora Bottacin, replicando anche a Brusco.

Per ora siamo stati testimoni solo di annunci - ha concluso l'assessore regionale - Speriamo che ora il ministro metta almeno in moto la macchina, perché la Regione Veneto lo ha già doppiato più volte.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento