Castelletti sgancia la bomba: "Tosi non è stato trasparente"

"Apprendiamo oggi - dice Castelletti- che negli appalti del comune di Verona sarebbero coinvolte anche aziende oggetto a verifica dalla magistratura antimafia di Crotone"

A due giorni dal voto Castelletti mischia le carte in tavola e lancia una bomba. Tale da far vacillare il colosso Tosi. "Cerchi magici, fiduciarie e aziende partecipate? Apprendiamo oggi da un quotidiano nazionale che negli appalti del comune di Verona sarebbero coinvolte anche oggetto a verifica dalla magistratura antimafia di Crotone".

"Sicuramente a noi non interessa fare verifiche ma prendere atto di situazioni - robadisce Castelletti -. Abbiamo davanti agli occhi alcune situazioni che lasciano perplessi. Credo che si possa dire che il malcostume dei partiti, che pensavamo essere molto lontano da Verona, tanto lontano da Verona non è. Non ci interessano le questioni specifiche e quindi ho deciso insieme ai partiti di coalizione di fare una riflessione, ovvero di ribadire che la necessità di chiarezza e di non opacità, di trasparenza e di comunicazione sia necessaria da parte dell'amministrazione perchè i cittadini hanno bisogno di conoscere che cosa accade in città. Anzi, ne hanno il diritto".

"Quello che sconcerta ancora una volta è la poca chiarezza con cui sono stati condotti gli appalti delle gare pubbliche. A noi interessa questo. Se ci sono altri elementi che interessano la magistratura, starà ai giudici fare le valutazioni del caso" conclude Castelletti.

"La situazione a Verona? Direi che c'è da preoccuparsi - fa eco l'assessore regionale Massimo Giorgetti -. Il Pdl vuole delle risposte, non perchè siamo in campagna elettorale ma perchè i cittadini vogliono avere certezze su quello che potrebbe succedere nel prossimo futuro a Verona per quanto riguarda il tema degli appalti. Lo chiediamo al sindaco Tosi a fronte di una serie di mezze verità e bugie che fino ad oggi sono state dette".

"A Verona lavorano sempre le stesse ditte - dichiara Giorgetti - a volte vincono gli appalti, a volte perchè sono quelle che vengono decise per scelta discrezionale. Ad esempio su tutti? La situazione dell'ex Gasometro. A vincere gli appalti sono sempre gli amici di Tosi: Technital, Mazzi, Incos e Parolini. Dov'è il criterio di rotazione?"

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Arriva il maltempo in Veneto, pioggia e neve: "Stato di attenzione" della protezione civile

  • Omicidio a Verona: ammazza una 51enne e confessa due giorni dopo

  • Ladri acrobati si arrampicano fino al quinto piano e svaligiano l'appartamento

  • Braccato dai carabinieri per il tentato omicidio della fidanzata, si dà fuoco

  • Folle inseguimento, poi fuga a piedi: carabinieri sulle tracce di una banda di ladri

  • Vivevano alle spalle della coppia e facevano prostituire la donna: arrestati

Torna su
VeronaSera è in caricamento