menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Una fase delle operazioni di sdoganamento

Una fase delle operazioni di sdoganamento

Migliaia di mascherine sdoganate a Verona e pronte per essere consegnate

I dispositivi sono destinati al Comune di Verona, Azienda Zeron e a esercenti servizi di pubblica utilità. Avis Bussolengo nel frattempo ha finanziato l'acquisto di 500 mascherine chirurgiche per l'ospedale Orlandi

Nei giorni scorsi, grazie a diverse operazioni svolte, i funzionari dell’Agenzia Dogane e Monopoli (ADM) di Verona hanno provveduto allo sdoganamento di 50.000 maschere di protezione KN95 e 50.000 mascherine chirurgiche donate dal Comune di Hangzhou al Comune di Verona; di 1.140.000 mascherine chirurgiche per l’Azienda Zero della Regione Veneto, nonché 792.000 mascherine facciali filtranti NCN MR2 destinate a esercenti servizi di pubblica utilità.

Dogana (2)-3

Lo scorso venerdì, infine, si è provveduto allo svincolo di 560.000 mascherine chirurgiche destinate all’Azienda Zero della Regione Veneto, all’Azienda Ospedaliera Ordine Mauriziano di Torino e a esercenti servizi di pubblica utilità.

Dogana 3 (2)-2

All'ospedale Orlandi di invece sono state consegnate 500 mascherine chirurgiche acquistate grazie ad un progetto dell'Avis Bussolengo finanziato attraverso un contributo di 1.700 euro che proviene dalla raccolta fondi per l'emergenza Covid-19 promossa dal Comune. Le mascherine sono di tipo FFP2, utilizzate in ambiente ospedaliero e assistenziale, sono certificate ai sensi di quanto previsto dalla normativa e sulla base degli standard tecnici. A consegnarle il sindaco Roberto Brizzi, il vicesindaco Giovanni Amantia, gli assessori Silvana Finetto e Massimo Girelli, il presidente e vicepresidente dell'Avis Bussolengo Fernanda Dalla Chiusa e Marangoni Eghi.

«L'acquisto delle mascherine per il nostro ospedale è il primo progetto che supportiamo grazie alla generosità di chi ha contributo alla raccolta fondi per combattere la crisi sanitaria e venire in soccorso di medici, personale sanitario, volontari e famiglie in difficoltà - commenta il sindaco Roberto Brizzi -. L'ospedale di Bussolengo, nella strategia definita dalla nuova programmazione regionale per fronteggiare il Covid 19, è divenuto operativo nella gestione sanitaria di pazienti colpiti dal virus. Questo ha richiesto un grande sforzo da parte di tutto il personale sanitario. Inoltre all'Orlandi è attiva un’equipe operativa riabilitativa dedicata al trattamento neuromotorio e respiratorio dei pazienti affetti da virus. I dispositivi di protezione sono fondamentali per tutelare la salute dei dipendenti e dei ricoverati. Per questo abbiamo voluto investire una parte della somma raccolta per contribuire alla sicurezza del personale sanitario, che tanto sta facendo per tutta la comunità. Siamo certi che con i fondi che stiamo raccogliendo potremo sostenere altre importanti iniziative come questa».

In molti hanno già risposto all'appello del Comune, offrendo il proprio contributo per supportare le associazioni locali nella gestione di progetti concreti legati all'emergenza sul territorio. Ad oggi le donazioni superano i 6.000 euro. Si può contribuire con un versamento sul contro corrente intestato al Comune di Bussolengo, iban: IT 08 L 05034 59310 000000090000, causale: “Emergenza Coronavirus".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento