menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il supermercato Famila di via Legnago, a Verona (Foto web)

Il supermercato Famila di via Legnago, a Verona (Foto web)

Verona, rubano dal supermercato e minacciano con un coltello vigilante e direttore per scappare

Fuga durata pochi minuti per due 20enni già conosciuti per le loro scorribande in città. Vengono scoperti con la borsa piena di merce non pagata e minacciano i dipendenti. Seguiti e segnalati alla polizia. Sono in carcere

Durante il week-end i poliziotti delle Volanti sono intervenuti per due episodi di taccheggio nei negozi cittadini, riuscendo in entrambi i casi a trovare i responsabili ancora sul posto. Dagli interventi sono finiti in manette tutti giovani, tra cui due ragazze non ancora ventenni. Il primo episodio ha preso le mosse nella serata di venerdì, al supermercato Famila di via Legnago a Verona.

Intorno alle 20, all’orario di chiusura, due giovani, un ragazzo ed una ragazza, hanno tentato di uscire dal negozio senza pagare una dozzina di prodotti del valore di 40 euro, occultati in una borsa, venendo però individuati dall’addetto di vigilanza. Di tutta risposta, il ragazzo, fattosi passare un coltello multiuso dalla sua complice, ha minacciato il vigilante ed il direttore, guadagnandosi così la fuga e nel contempo gettando la refurtiva in mezzo alla strada.

Avvertiti dal direttore, che inoltre aveva seguito i due giovani mentre si allontanavano in bicicletta, i poliziotti hanno rintracciato i rapinatori nella vicina via Polveriera Vecchia. Nella borsa della ragazza è stato trovato un altro coltello multiuso mentre quello usato poco prima è stato poi rinvenuto in mezzo alla strada. Interrogati, infine, sulla provenienza delle biciclette sulle quali stavano fuggendo, non hanno saputo dare nessuna giustificazione plausibile.

Alla luce di quanto accertato, i due, un 28enne tunisino, e una 20enne veronese, entrambi con precedenti per furto e taccheggio, sono stati tratti in arresto per il reato di tentata rapina aggravata in concorso e contestualmente denunciati per il reato di ricettazione e, la sola ragazza, per porto abusivo di arnesi atti ad offendere. In sede di convalida, il giudice ha disposto misura della custodia cautelare in carcere per entrambi i rapinatori.

Un altro furto era stato commesso domenica pomeriggio alla Coin di via Cappello, in pieno centro storico.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Benessere

    Pasta di legumi: benefici e ricetta

  • social

    Aperti online i Casting dello Zecchino d’Oro

  • social

    L'Acqua in uno scatto: concorso a premi

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento