Verona, paziente muore a 3 giorni dall'operazione per emorragia: medico condannato a 8 mesi

Un'infezione addominale dopo la laparoscopia risultò fatale per l'uomo. Secondo il giudice il dottore sottovalutò il caso e lo dimise. Dovrà anche pagare danni per 120mila euro ai famigliari. Ma ricorrerà in Appello

Un’infezione accusata meno di due mesi dopo l’intervento gli fu fatale. Entrò all’ospedale di Borgo Trento a febbraio per l’intervento in laparoscopia al fegato, fu dimesso, ma dopo 3 giorni era tornato davanti ai medici. Morì il 5 aprile per una peritonite. Era il 2009, stesso anno in cui il medico curante finì rinviato a giudizio. Il primo grado di processo si è concluso giovedì 16 ottobre scorso: il giudice ha condannato il dottore a otto mesi e al pagamento di una provvisionale di 70mila euro per la vedova e altri 50mila che andranno versati al figlio. Entrambi i famigliari si erano costituiti parte civile. Ma la sentenza sarebbe stata ancora più pesante se il giudice avesse accolto la richiesta del pm per una condanna di due anni.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Spiegano i quotidiani locali che il dottore, tramite il suo avvocato, ricorrerà in appello. Dalla ricostruzione del pm è emerso che il medico sottovalutò i sintomi della presunta infezione che era in corso nell’addome del paziente. Invece di sottoporlo ad una Tac dispose un drenaggio (effettuato da un altro medico) e l’uomo morì per un’emorragia a fegato. Per il giudice ci sono stati gli estremi, dunque, di una terapia “inappropriata”. Nuovi sviluppi sono attesi e rimandati al processo in appello.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dal reparto Covid-19 di Borgo Trento: «Sappiamo cosa ci aspetta per i prossimi mesi»

  • Lo studio a Negrar: «Minore è la quantità di virus, meno gravi i sintomi della malattia»

  • Arriva App di biosorveglianza targata Veneto e Luca Zaia annuncia un'«ordinanza innovativa»

  • Contro gli assembramenti, provvedimenti diversificati e "zone rosse" a Verona

  • Un morto ed un ferito per un incidente motociclistico a Caprino Veronese

  • Nuova ordinanza a Verona contro il virus: le tre "aree" della città e tutti i divieti in vigore

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VeronaSera è in caricamento