Cronaca Lungadige Catena

Pallets contraffatti, altro blitz della Guardia di Finanza: tre aziende nell'occhio del ciclone

Le aziende sono in mano alla stessa famiglia che svolge la propria attività nel comune di San Giovanni Lupatoto commercializzando bancali usati e nuovi: 1500 di questi sono stati sequestrati dai Baschi Verdi di Verona

Nei giorni scorsi, i militari del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Verona hanno condotto una serie di controlli nei confronti di tre ditte individuali, riconducibili ad una stessa famiglia di origine kosovara, che svolge la propria attività nel Comune di San Giovanni Lupatoto, commercializzando bancali usati e nuovi.
L’attività è frutto di una serie di controlli che le Fiamme Gialle stanno effettuando nel settore dei pallets al fine di evitare che la loro produzione illecita possa minare la sicurezza dei trasportatori di merci e di coloro che, quotidianamente, lavorano nella grande distribuzione.
Il controllo ha permesso di rinvenire e sequestrare amministrativamente circa 1500 bancali riportanti il marchio “Fitok” detenuti in violazione dell’art. 19 del D.Lgs. 214/2005 in quanto privi del possesso delle licenze per la vendita di pallets corredati delle certificazione che ne attesta la sottoposizione ad uno specifico trattamento fitosanitario.
Durante l’attività ispettiva i Baschi Verdi di Verona hanno rinvenuto timbri riportanti i marchi “EPAL” ed “EUR”, nonché altro materiale utilizzato per la contraffazione dei bancali che, in tal modo, potevano essere rivenduti ad un prezzo molto più alto rispetto al loro reale valore commerciale.

Proseguendo il controllo, i Finanzieri hanno poi scoperto degli elettrodomestici ben nascosti tra cui forni, lavatrici, frigoriferi, per i quali il titolare della ditta non era in grado di fornire spiegazioni in merito alla legittima provenienza della merce. Da ciò è scaturita la segnalazione del soggetto alla locale Procura anche per il reato di ricettazione.
Le fiamme gialle, da sempre attente anche ai reati ambientali, hanno infine costatato la presenza di circa 300 metri cubi di rifiuti su una superficie di 250 metri quadrati che è stata subito sequestrata penalmente considerate le evidenti violazioni delle disposizioni contenute nel D.Lgs. 152/2006 che disciplina il rispetto delle norme in materia ambientale.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pallets contraffatti, altro blitz della Guardia di Finanza: tre aziende nell'occhio del ciclone

VeronaSera è in caricamento