rotate-mobile
Cronaca San Bonifacio / Località Ritonda

Verona, concessionaria "fantasma" a San Bonifacio: venti clienti già truffati. Arriva "Striscia la notizia"

Le indiscrezioni sui presunti strani movimenti parlano anche di una truffa a più livelli: le stesse auto erano vendute a più clienti. E non solo dalla provincia di Verona, ma da mezza Italia. Il video

Dettagli nel più stretto riserbo anche per la delicatezza delle fasi d’indagine. Molte le persone che sarebbero state truffate. Ma il caso della concessionaria sparita da San Bonifacio è approdato in tv, in prima serata e precisamente su una delle trasmissioni di maggio successo in Italia. “Striscia la notizia”, da anni specializzata su Canale 5 nel portare alla luce casi di malagestione e di truffe, è piombata in località Ritonda, dove a inizio maggio l’intero autosalone “Arena auto” ha chiuso i battenti facendo scomparire nel nulla i veicoli e lasciato in braghe di tela le decine di clienti che avevano già versato la caparra. Almeno una ventina i casi accertati, ovvero quelli che hanno presentato denuncia ai carabinieri locali. Le indiscrezioni sui presunti strani movimenti parlano anche di una truffa a più livelli: le stesse auto erano vendute a più clienti. E non solo dalla provincia di Verona, ma da mezza Italia.

I potenziali acquirenti hanno contattato la concessionaria da Modena, Bolzano, Pistoia, Padova, Vicenza, Mantova, Torino, Milano, Brescia. L’inviato di “Striscia”, Moreno Morello, sarebbe stato contattato dall’avvocato di qualche acquirente e messo al corrente dell’intera vicenda che in provincia ha avuto enorme eco. La trasmissione ha invitato i tre addetti alle vendite e il titolare a “costituirsi” e sembra che uno di loro sia stato “pescato” da Morello stesso e avrebbe confessato parte di ciò che avveniva nel salone. Ossia che venivano stipulati contratti di auto usate, a campione. I versamenti, come spiega L’Arena, ammontano a centinaia di migliaia di euro, a giudicare dai versamenti di 28mila-18mila-15-16mila euro. Ai clienti, ignari ovviamente, erano state offerte anche le auto già vendute ad altri.

IL VIDEO DI "STRISCIA LA NOTIZIA" A SAN BONIFACIO

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Verona, concessionaria "fantasma" a San Bonifacio: venti clienti già truffati. Arriva "Striscia la notizia"

VeronaSera è in caricamento