Verona, molesta e minaccia la ex per mesi. Lo trovano sotto casa armato di coltello

Solo una denuncia ha assicurato alla donna di 41 anni di San Giovanni Lupatoto la salvezza dal compagno che aveva deciso di lasciare. Per mesi si era appostato, l'aveva pedinata e importunata con sms e richieste sessuali

Molestata e minacciata per mesi dall'ex compagno. Lui era arrivato ad appostarsi sotto casa della donna per ore, anche armato di coltello. E' una storia che ricorre e che indica come gli atteggiamenti possessivi e gelosi diventino via-via sempre più opprimenti. Stavolta a fare le spese del maschio violento è stata una commessa veronese di 41 anni di San Giovanni Lupatoto. Vittima, da tempo, di un concittadino di 53 anni, operaio, con il quale aveva avuto una relazione. A far finire tutto è servita la denuncia, nonostante lei avesse fin da subito cercato di troncare ogni contatto con l'uomo. I carabinieri di Verona lo hanno arrestato sotta casa della ex venerdì sera, dopo cena. Lei era uscita in auto con l'amica e se l'era ritrovato davanti. La stesa storia che poi si è ripresentata al ritorno e che l'ha spinta, grazie anche alle insistenze della confidente, a rivolgersi ai carabinieri. Quella sera aveva notato il nervosismo fuori dal normale del 53enne. Terrorizzata, aveva così deciso di chiamare il 112. La pattuglia intervenuta sul posto, in pochi minuti, lo ha fermato, identificato e perquisito.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Dopo aver raccolto la testimonianza della vittima è scattato l'arresto e la perquisizione. In tasca l'uomo teneva un coltello a serramanico. Non era la prima volta che la donna era tenuta in ostaggio dall'ex compagno. Per mesi si era appostato sotto casa e aveva inviato all’ex fidanzata, che non voleva più uscire con lui, sms intimidatori. Poi aveva iniziato a molestare anche amici, parenti, persino i genitori. Le loro testimonianze sono state utili a ricostruire il rapporto ossessivo e a configurare, così, il reato di stalking. Altre indicazioni sono arrivate dai vicini di casa, che hanno ammesso ccome liti e discussioni animate non fossero rare, all'interno della coppia. La donna ha anche ammesso che in un caso il 53enne aveva cominciato a pretende anche un rapporto sessuale per affermare e ribadire il possesso esclusivo sulla vittima.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Due classi chiuse per casi positivi al virus nel Veronese: «Rispettate le precauzioni»

  • Per gli otto comuni veronesi confinanti col Trentino 4 milioni di euro

  • Picchiata dal marito: luna di miele da incubo per una sposa veronese

  • Nuovi 40 casi positivi al virus nel Veronese e 1.987 gli isolati: tutti i Comuni di riferimento

  • La fuga dopo la rapina diventa un incidente mortale: perde la vita una 29enne

  • Innamorata di un ragazzo, genitori non approvano e la tengono chiusa in casa

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VeronaSera è in caricamento