Cronaca Villafranca di Verona / Via Quadrato

Verona, l'aeroporto Catullo di Villafranca tra gli scali di interesse nazionale: "Avanti così"

Anche la struttura di Montichiari inserita nel documento di informativa del ministro delle Infrastrutture, Maurizio Lupi. Il presidente della società di gestione, Paolo Arena: "Riconosciuto il valore del nostro Piano industriale"

Con riferimento al documento di informativa del ministro delle Infrastrutture Maurizio Lupi, sul Piano nazionale degli aeroporti, Paolo Arena, presidente della Catullo Spa, società di gestione degli aeroporti di Verona-Villafranca e Brescia-Montichiari ha espresso "grande soddisfazione perché, nel documento di informativa del ministro, entrambi gli aeroporti gestiti dalla società sono stati individuati quali aeroporti di interesse nazionale e viene inoltre di fatto riconosciuta la vocazione cargo dello scalo di Brescia".

Da una prima lettura delle linee di indirizzo, è stato rilevato un "sostanziale riconoscimento di quanto delineato nel Piano industriale della Catullo Spa, approvato dai soci, che attribuisce un chiaro indirizzo strategico di crescita a ciascun aeroporto, Verona con vocazione al traffico passeggeri, Brescia specializzato nel cargo"

Continua Arena: "Inoltre, finalmente il piano ritiene imprescindibile per lo sviluppo del settore delle merci la costituzione di una rete basata su asset strategici, che sfruttando le specializzazioni esistenti diano risposte adeguante alle esigenze sia del trasporto cargo in stiva e al cargo, come nel caso di Brescia, attribuendo finalmente alla logistica e al trasporto aereo delle merci un ruolo di primo piano. Gestendo due aeroporti di interesse nazionale, la società ha ottenuto un ulteriore riconoscimento sul mercato".

STRATEGICI - Gli aeroporti strategici con i rispettivi bacini d’utenza sono Milano Malpensa (Nord-Ovest), Venezia (Nord-Est), Bologna e Pisa/Firenze (Centro-Nord), Roma Fiumicino (Centro), Napoli (Campania), Bari (Mediterraneo/Adriatico), Lamezia (Calabria), Catania (Sicilia Orientale), Palermo (Sicilia Occidentale), Cagliari (Sardegna).

Gli aeroporti di interesse nazionale con i rispettivi bacini d’utenza sono Milano Linate, Torino, Bergamo, Genova, Brescia, Cuneo (Nord-Ovest); Verona, Treviso, Trieste (Nord-Est); Rimini, Parma, Ancona (Centro-Nord); Roma Ciampino, Perugia, Pescara (Centro); Salerno (Campania); Brindisi, Taranto (Mediterraneo/Adriatico), Reggio Calabria, Crotone (Calabria); Comiso (Sicilia orientale); Trapani, Pantelleria, Lampedusa (Sicilia Occidentale); Olbia, Alghero (Sardegna).

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Verona, l'aeroporto Catullo di Villafranca tra gli scali di interesse nazionale: "Avanti così"

VeronaSera è in caricamento