Fermato ubriaco al volante, chiama i genitori: patente ritirata a padre e figlio

È quanto accaduto nella serata del 13 agosto: la Polizia Stradale ha fermato prima il 36enne, che per spostare l'auto ha avvisato a casa, ma l'unica che era in grado di mettersi alla guida era la madre

Immagine generica

I maggiori controlli messi in campo dalla Polizia di Stato durante il periodo di Ferragosto, indispensabili a garantire la sicurezza di cittadini e turisti, hanno portato anche al ritiro della patente di un uomo e successivamente anche a suo padre

Nella serata del 13 agosto, durante un servizio di contrasto alla guida in stato di ebbrezza, un 36enne della provincia di Verona è stato fermato dalla Polstrada e trovato positivo all'etilometro.
Per poter rientrare a casa ed evitare che la sua Volkswagen Golf venisse rimossa dalla Provinciale 11, che percorreva al momento del controllo, l’uomo ha chiamato i suoi genitori che sono arrivati dopo alcuni minuti.
Il padre, pur sapendo di essere atteso dalla Polizia Stradale di Verona per l’affidamento dell’auto del figlio, si è però presentato alla guida della sua macchina in visibile stato di ebrezza: sottoposto al controllo, è risultato positivo all’etilometro con un valore quasi doppio rispetto al consentito.
Quest'ultimo dunque è stato denunciato dagli agenti della Stradale, che hanno provveduto a ritirargli la patente, così come fatto con il figlio. 
Alla fine i due sono rientrati con la madre del ragazzo, che aveva accompagnato il marito e che è risultata l’unica sobria.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«Il problema principale per la sicurezza stradale è la mancanza di consapevolezza da parte dei cittadini dei rischi che derivano dal fatto di guidare dopo aver bevuto o usando il cellulare. Troppi sono convinti che qualche bicchiere non incida sulle loro capacità e lo dimostra il fatto che, pur sapendo di essere atteso dalla Polizia Stradale, il sessantatreenne denunciato, si è presentato alla guida con un tasso alcolemico di quasi 1, quando il limite massimo è pari a 0.5», ha commentato il Dirigente della Polizia Stradale scaligera, Girolamo Lacquaniti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La curva non scende, aumentano i malati di coronavirus a Verona

  • A Verona 5 nuovi morti positivi al coronavirus: crescono a 514 i ricoveri, di cui 103 in intensiva 

  • Tre nuovi morti positivi al coronavirus a Verona: toccata quota 100 ricoveri in intensiva

  • Altri 81 casi positivi al coronavirus nel Veronese, sono saliti a 1.228

  • «Focolaio di Coronavirus nel carcere di Verona: una quindicina di agenti positivi»

  • In Veneto 125 minorenni positivi al coronavirus, 18 sono veronesi

Torna su
VeronaSera è in caricamento