menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Trovati 13 profughi in stazione a Domegliara: uno viene portato in ospedale

Intorno alle 22.30 di lunedì sera li hanno trovati presso lo scalo ferroviario del comune di Sant'Ambrogio di Valpolicella e in loro soccorso è stato inviato sul posto il personale del 118

È stata una segnalazione arrivata dal responsabile del movimento del terminal intermodale, a mettere in allerta il personale della Polizia Ferroviaria del Settore Operativo di Verona Porta Nuova e a farlo intervenire, intorno alle 21 di lunedì, nella zona del Quadrante Europa. 
Così, dopo un breve sopralluogo all'interno dell'area, è stato predisposto un apposito servizio di controllo di un treno segnalato all’altezza della stazione di Domegliara e diretto verso il Brennero: in uno dei carichi telonato, gli agenti della Polfer hanno trovato 13 profughi, tutti di sesso maschile e di diverse nazionalità (Gambia, Sierra Leone, Mali e Nuova Guinea), tra i quali erano presenti un 15enne ed un 16enne, nascosti tra il materiale ferroso trasportato.

Sul posto è intervenuto il 118 con ambulanza e medico per verificare le loro condizioni di salute, messe a dura prova dal freddo patito: in virtù di questo, uno dei profughi è stato trasportato all'ospedale Orlandi di Bussolengo per ricevere le cure del caso. In seguito tutti gli stranieri, dal momento che erano sprovvisti di documenti, sono stati portati in Questura per essere messi a disposizione dell’Ufficio Immigrazione, al fine di verificare la loro posizione sul territorio nazionale.

Le attività di accertamnto svolte, hanno permesso di appurare che il gruppo di richiedenti asilo aveva già formalizzato la richiesta di protezione internazionale in altre questure italiane ed era in attesa dell’esame delle rispettive istanze da parte delle Commissioni Territoriali di competenza. Uno di questi invece non aveva eseguito l’ordine di allontanamento emesso dal Questore di Reggio Emilia ed è stato quindi denunciato e munito di provvedimento di espulsione del Prefetto con l’ordine di lasciare il territorio nazionale entro 7 giorni. Per quanto riguarda i due ragazzi minorenni invece, conclusi gli accertamenti sono stati collocati presso un’idonea struttura di accoglienza in Provincia di Mantova.

Dalla ricostruzione dei fatti operata della Polfer, è emerso che il gruppo sarebbe riuscito ad intrufolarsi nel telonato prima di entrare nell’area ferroviaria del Quadrante Europa. Secondo le forze dell'ordine, il loro piano era quello di raggiungere il Brennero, per cercare poi di arrivare nel Nord Europa. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Casa

    Ristrutturare casa: come riconoscere un muro portante

  • social

    Boom del social fitness: come tenersi in forma da casa

  • social

    Concorso Volotea: VOTATE “VERONA FOR ALL”

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento