Martedì, 19 Ottobre 2021
Cronaca Centro storico / Piazza Brà

Tosi contro Zaia: "Non sa farsi rispettare a Roma e sono i Veneti a pagare"

Il sindaco di Verona torna a contestare l'operato del governatore del Veneto Luca Zaia, reo di avere annunciato una possibile nuova accisa sulla benzina e l'ipotetica introduzione di un'assicurazione sanitaria privata

Dopo gli annunci fatti dal Governo nazionale sulla prevista "razionalizzazione" della spesa nella Sanità, il Sindaco di Verona Flavio Tosi incalza il governatore della regione Veneto Luca Zaia. Tra i due non corre buon sangue, è risaputo, ma in questo caso l'ex leghista Tosi rinfaccia al governatore la sua poca coerenza, stando alle dichiarazioni di Zaia in merito alla possibilità che venga introdotta un' assicurzione privata sanitaria a spese dei cittadini. In proposito Tosi ha rilasciato un comuicato: 

"Ma in campagna elettorale Zaia non aveva detto che non avrebbe messo le mani nelle tasche dei veneti? E non l’aveva ripetuto meno di un mese fa quando all’indomani del tornado che ha colpito la Riviera del Brenta aveva assicurato che il Veneto si sarebbe fatto rispettare dal Governo ottenendo i fondi necessari alla ricostruzione? Ora, dopo la possibile introduzione di un’accisa sul carburante per recuperare i soldi che non è riuscito a farsi dare da Roma, il Governatore parla pure di una possibile assicurazione medica privata che i cittadini potrebbero essere costretti a stipulare per far fronte ai tagli della Sanità imposti da Renzi, una sforbiciata che in Veneto dovrebbe aggirarsi sui 200 milioni. Dunque, ancora una volta, a pagare lo scarso - e in qualche caso nullo - peso politico della nostra Regione a Roma, saranno i cittadini. Che, come ormai d’abitudine, si preparano ancora una volta a ingoiare l’amara pillola del “paga e tasi”. Zaia si limita ai proclami e alle promesse: a palazzo non sa farsi rispettare. Da Roma ottiene meno di Regioni ben più piccole della nostra. Come mai questa volta, a fronte degli imminenti tagli del Governo, non ha invocato la leggendaria “rivolta fiscale”? Forse arriverà il giorno dopo dell’indipendenza, alle calende greche".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tosi contro Zaia: "Non sa farsi rispettare a Roma e sono i Veneti a pagare"

VeronaSera è in caricamento