menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Tentato omicidio. 20enne accoltellato in un locale per un litigio sui cani

A finire in manette per mano dei carabinieri della stazione di Bussolengo, è stato un 42enne italiano pregiudicato, che nella notte tra mercoledì e giovedì ha rischiato di uccidere un giovane albanese

Un 42enne italiano, pregiudicato, è stato arrestato nella notte tra mercoledì e giovedì dai carabinieri della stazione di Bussolengo con l'accusa di tentato omicidio, dopo aver accoltellato un 20enne albanese in un locale del paese. Solo il pronto e provvidenziale intervento dei militari ha evitato conseguenze ben più gravi e scongiurato il pericolo che l’autore del gesto criminale potesse allontanarsi nel tentativo di far perdere le proprie tracce.

Secondo quanto ricostruito dagli uomini dell'Arma che hanno operato, il tutto è nato da un banale diverbio per futili motivi. Erano circa le 23 e H.K., un giovane albanese residente a Bussolengo, stava festeggiando il suo compleanno in compagnia di alcuni amici in un locale, quando ha fatto il suo ingresso F.D., 42enne anch’egli del posto e in stato di visibile alterazione, con al seguito un cagnolino libero. A quel punto uno dei partecipanti alla festa di compleanno, avendo anch’egli un cane di grossa taglia al guinzaglio, ha invitato F.D. a legare il suo "fido"per evitare che i due animali potessero venire a contatto, ma in tutta risposta l'italiano ha iniziato ad inveire nei confronti dei presenti. Il festeggiato allora, per evitare che la discussione degenerasse, si è avvicinato al 42enne, probabilmente con l'intenzione di rabbonirlo, ma la sua reazione è stata tanto inaspettata quanto fulminea e violenta: prima ha afferrato per un braccio il ragazzo, poi ha estratto il coltello e lo ha puntato alla gola della vittima procurandogli dei tagli, ed infine gli ha sferrato un fendendente all'addome, che fortunatamente non ha colpito organi vitali. 
Qualcuno nel frattempo ha richiesto l'aiuto dei carabinieri, che una volta arrivati hanno rintracciato ed arrestato l'aggressore, il quale intanto si era liberato del coltello. L'arma bianca è stata ritrovata in un secondo momento dai militari, che hanno soccorso immediatamente il 20enne, ricoverato poi in prognosi riservata all'ospedale di Bussolengo, ma non sarebbe in pericolo di vita. 

F.D. è stato quindi condotto nel carcere di Montorio, come disposto dal sostituto procuratore Elvira Vitulli, in attesa dell'udienza di convalida che si terrà venerdì. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Casa

    Ristrutturare casa: come riconoscere un muro portante

  • social

    Boom del social fitness: come tenersi in forma da casa

  • social

    Concorso Volotea: VOTATE “VERONA FOR ALL”

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento