rotate-mobile
Martedì, 7 Dicembre 2021
Cronaca Boschi Sant'Anna / Via Olmo

Svaligiano le auto davanti all'asilo nido: donna incinta e ragazzo presi subito

Mentre lei era entrata nella scuola per fare alcune domande, lui si aggirava tra i veicoli in sosta alla ricerca di qualcosa da rubare, ma dopo aver messo a segno i due furti sono stati subito rintracciati

Hanno messo a segno un doppio furto su auto, approfittando della fretta di due madri andata a prendere i figli all'asilo nido, ma sono stati poi rintracciati ed arrestati dai carabinieri. 
Erano le circa le 16 di mercoledì quando una Toyota Rav4 e una Volkswagen Turan, hanno parcheggiato nei pressi dell'asilo nido di via Olmo a Boschi Sant'Anna: le due donne scese dai veicoli, si sono dirette dentro la struttura per andare a prendere i propri bambini, lasciando però in auto le rispettive borse. Prede che non sono passate inosservata agli occhi di una coppia, che forse stava tenendo sotto controllo la zona proprio per approfittare di un momento come quello. 
Si trattava di un uomo, O.K.F. di 23 anni, e di una donna, S.F. di 28 anni, peraltro incinta, entrambi pregiudicati per reati contro il patrimonio. Quest'ultima è entrata nell'asilo per chiedere informazioni, nel tentativo probabilmente di "fare da palo", mentre il giovane si aggirava tra le auto parcheggiate. Una scena quest'ultima che non è sfuggita ad un'altra passante diretta alla scuola, ma quando questa è entrata per avvisare i presenti dei proprio sospetti, la 28enne ha raggiunto il proprio complice per poi allontanarsi a bordo di una Fiat Punto bianca. Così quando le mamme sono uscite, hanno trovato i finestrini delle proprie auto in frantumi e i propri effetti personali spariti. 
La denuncia ai carabinieri è scattata subito e i militari della stazione di Minerbe si sono subito messi alla ricerca dei malviventi. L'avviso è stato quindi diramato dalla centrale di Legnago alle pattuglie in servizio e subito dopo una di queste, in borghese, ha notato la vettura sospetta: gli uomini dell'Arma a bordo hanno subito notato il pregiudicato alla guida e hanno quindi deciso di pedinare il veicolo che, con l'aiuto di un'altra auto, è stata fermato nella zona del Porto di Legnago. Gli uomini coordinati dal luogotenente Mauro Tenani e dal maresciallo Simone Bazzani, hanno quindi perquisito l'interno della vettura, trovando a bordo la refurtiva di una delle due donne derubate. È durata quindi poco più di una decina di minuti la fuga dei due, che insieme a loro avevano anche due bambini, figli probabilmente della donna.  
O.K.F. e S.F. quindi hanno trascorso la notte nelle celle di sicurezza legnaghesi con l'accusa di furto aggravato e il giorno dopo si sono presentati davanti al gip: arresto convalidato e obbligo di firma per entrambi, in attesa del processo che si celebrerà il 10 maggio. 
I carabinieri intanto stanno cercando di recuperare almeno i documenti di una delle due vittime. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Svaligiano le auto davanti all'asilo nido: donna incinta e ragazzo presi subito

VeronaSera è in caricamento