Recupero di Passalacqua e Santa Marta, Tosi fa un sopralluogo

Tosi e Giacino hanno presentato sabato alla cittadinanza l'avanzamento dei lavori del progetto di recupero e riqualificazione delle aree ex caserme Santa Marta e Passalacqua

Il sindaco e il vicesindaco con delega all’Urbanistica, insieme al ettore dell’università di Verona Alessandro Mazzucco e al prorettore Bettina Campedelli, hanno presentato sabato alla cittadinanza l’avanzamento dei lavori del progetto di recupero e riqualificazione delle aree ex caserme Santa Marta e Passalacqua.

La prima fase dell’intervento di recupero ha riguardato: la bonifica ambientale, che ha portato all’eliminazione dei residui di amianto presenti nell’area, la bonifica bellica, con il recupero dei rifiuti presenti nel sottosuolo, e la depermeabilizzazione della superficie asfaltata. Soddisfazione è stata espressa dal Sindaco e dal vicesindaco per i risultati fino ad oggi raggiunti e per l’importanza complessiva dell’intervento, che porterà al recupero di una vasta parte della città, che viene sottratta al degrado e restituita alla fruibilità pubblica. Come ricordato dal vicesindaco, il programma urbano, che sarà a costo zero per l’Amministrazione comunale, è realizzato con un finanziamento regionale per i progetti di housing sociale di 10 milioni di euro e il contributo di partner privati ed imprese private associate, individuati tramite bando pubblico, aggiudicato a 31, 6 milioni di euro. Tra gli elementi qualificanti del progetto: la realizzazione del più grande parco a servizio della città, del campus universitario, di alloggi residenziali per le fasce più deboli e di una vasta area riservata al polo sportivo e ai servizi per il quartiere.

Questi, in sintesi, i dati del progetto: 270 mila metri quadri la superficie totale dell’area; 183 mila metri quadri il parco urbano; 4 Km di piste ciclabili; 1000 nuovi alberi piantati, pari a 2300 tonnellate l’anno in meno di Co2; capovolta la proporzione attuale fra aree pavimentate e aree verdi: aree pavimentate attuali 70%, aree verdi attuali 30%; aree pavimentate di progetto 30%, aree verdi di progetto 70%; palestra di 1700 metri quadri unita a 4 campi sportivi di cui uno coperto; 18.500 metri cubi di servizi vari per il quartiere; 10 mila metri cubi per servizi e residenze per l’Università; 155 unità di edilizia residenziale libera, 24 unità di edilizia locativa agevolata, 92 unità di edilizia convenzionata e 28 di edilizia sovvenzionata; 1450 parcheggi, la maggior parte interrati, 780 dei quali pubblici.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cosa fare a Verona e provincia durante il weekend dall'8 all'11 novembre 2019

  • Terribile frontale tra auto e camion nella notte: perde la vita un 34enne

  • Signora arrestata per furto di profumi nel centro commerciale "Porte dell’Adige"

  • Accoltellamento a Verona, un uomo in ospedale: caccia agli aggressori

  • Con il dottor Claudio Zorzi dell'ospedale di Negrar l'Ortopedia veronese ai vertici in Italia

  • Operato a Verona, un paziente ringrazia: «Ho finalmente rivisto la luce»

Torna su
VeronaSera è in caricamento