menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Immagine Wikimedia: IvánPit

Immagine Wikimedia: IvánPit

Identificato il proprietario del pit bull assassino che aggredì un cagnolino

L'aggressione avvenne lo scorso sabato in via Centro a Verona dove un cane di piccola taglia a passeggio al guinzaglio venne brutalmente aggredito e ferito a morte dal pit bull

La Polizia municipale è risalita ai proprietari di un cane di razza pit bull che, nella giornata di sabato scorso, aveva aggredito in via Centro un cane di piccola taglia mentre era al guinzaglio del suo proprietario, provocandogli ferite che alcune ore dopo ne avevano causato la morte.

“Grazie ad alcune testimonianze e alle informazioni fornite dal servizio veterinario dell’Ulss 9 è stata individuata la famiglia proprietaria del pit bull – ha spiegato il vice commissario responsabile della delegazione di Verona sud Claudio Marai – dalle informazioni fornite l’animale, preso in affido tramite l’Enpa di Palermo e probabilmente con un passato in canili abusivi e addestramento per combattimenti tra animali, era riuscito a scappare dal cancello di casa uscendo da solo sulla strada”.

Il proprietario è ora denunciato per omessa custodia di animale, che corrisponde ad una sanzione che va da 50 a 258 euro, e per aver causato la morte di un animale, per la quale è prevista la reclusione fino ad un anno. “Questo fatto rientra nei numerosi casi di aggressioni fra cani registrati, che sono in grande aumento – ha aggiunto il comandante della Polizia municipale Luigi Altamura – a dimostrazione di come in molti casi non si presti la dovuta attenzione all’educazione, alla cura e all’accompagnamento dell’animale. Ricordo che è attualmente in vigore un’ordinanza del Ministero della Sanità che stabilisce, fra l’altro, l’obbligo di utilizzare sempre il guinzaglio di misura non superiore a 1,50 metri in aree urbane e in luoghi aperti al pubblico, ad eccezione delle aree cani, e di portare con sé una museruola da applicare al cane in caso di rischio per l’incolumità di persone o animali”. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Benessere

    CBD: benefici e controindicazioni

  • Benessere

    Tremolio all’occhio, perché e come evitarlo

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento