rotate-mobile
Cronaca

Pignoramenti online, il tribunale pioniere

Dall'eccellenza alla scarsit di mezzi, serve un ammodernamento informatico

Il tribunale di Verona diventa un tribunale pioniere. E' stato infatti attivato lo scorso 15 novembre, in via definitiva dopo un breve periodo di sperimentazione, il processo civile telematico per i procedimenti delle esecuzioni immobiliari. Per la prima volta in Italia, quindi, un tribunale potrà fare a meno di tutto il cartaceo concedendo valore legale alla documentazione online. “Grazie a questo procedimento si potranno tagliare di molto i tempi e le code agli uffici e alle cancellerie - ha detto il presidente dell'Ordine degli avvocati di Verona Carlo Trentini -. Per non parlare dei vantaggi economici: molti stranieri, infatti, proprio per i tempi lunghi che servivano per la procedura, erano scoraggiati ad investire".


Ma non è tutto rose e fiori. Se da una parte c'è l'eccellenza dei servizi, dall'altra c'è l'impossibilità tecnica a metterli in pratica. "La nostra situazione, come quella di tutti gli altri tribunali d'Italia, è segnata da una scarsa razionalizzazione del personale e soprattutto da una mancanza di mezzi tecnici - ha detto il presidente del tribunale di Verona Gianfranco Gilardi -. Più precisamente per mettere in pratica il servizio telematico serve l'applicativo Sicid, fondamentale per le comunicazioni di cancelleria, e l'allestimento di una infrastruttura telematica più moderna, perchè quella su cui poggiamo oggi non risulta essere standard ed allineata con altri sedi". Ordine degli avvocati e tribunale muovono assieme la critica nei confronti del Ministero che “dagli anni Cinquanta non ha rinnovato la Piante organiche dei tribunali”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pignoramenti online, il tribunale pioniere

VeronaSera è in caricamento