menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
(Foto Gmaps)

(Foto Gmaps)

Popolare di Vicenza, pensionata veronese vince la causa. Sarà risarcita

La sentenza è del tribunale civile di Verona ed è a favore della cittadina perché l'istituto di credito non ha rispettato gli obblighi informativi

Il tribunale civile di Verona ha condannato la Banca Popolare di Vicenza a risarcire una cliente che aveva sottoscritto le sue azioni. A darne notizia è l'Adusbef del Veneto, che ha raccontato la vicenda di Bertilla Santacasa, 68enne veronese, che nel 2009 e nel 2010 aveva acquistato 660 azioni, investendo quasi 40 mila euro. Nel 2014 la donna aveva chiesto di vendere le azioni, che nel frattempo erano leggermente salite di valore. Ma la Banca Popolare di Vicenza le rispose di essere impossibilitata a ricquistare le azioni.

Bertilla Santacasa si è allora rivolta alla referente Adusbef per Verona, l'avvocato Emanuela Bellini. Nell'aprile del 2016 è iniziato il processo che ha avuto l'ultima udienza il 20 dicembre, mentre la sentenza è stata pubblicata lo scorso 25 marzo.

Per il giudice scaligero l'istituto di credito non ha rispettato gli obblighi informativi e per questo ora la Popolare vicentina dovrà pagare 60mila euro alla cittadina di San Giovanni Ilarione, vale a dire i soldi investiti più gli interessi, la rivalutazione e le spese legali.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Casa

    Ristrutturare casa: come riconoscere un muro portante

  • social

    Boom del social fitness: come tenersi in forma da casa

  • social

    Concorso Volotea: VOTATE “VERONA FOR ALL”

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento