Sabato, 18 Settembre 2021
Cronaca Centro storico / Corso Porta Nuova

Beve il caffé e ruba i soldi delle mance in pasticceria: «Arrabbiati ed amareggiati»

A raccontare la vicenda sono stati gli stessi titolari dell'attività situata in corso Porta Nuova con un post su Facebook. Il tutto sarebbe stato ripreso dalle telecamere dell'esercizio e sul posto è intervenuta la Polizia

Pasticceria Camesco - Foto Facebook

«Essere derubati a casa propria, nel proprio locale in maniera losca e meschina è incomprensibile. Soprattutto dopo che il nostro settore arriva da 1 anno e mezzo di lavoro sospeso a metà». Inizia così lo sfogo pubblicato sulla pagina Facebook della Pasticceria Camesco, situata in corso Porta Nuova a Verona, che racconta con amarezza di un furto avvenuto nel locale nella mattinata di venerdì. 
«Dopo 3 giorni - prosegue il post - che un abile "signore" sostava al banco consumando un caffè per molto tempo con un atteggiamento sospetto e poco rassicurante, questa mattina attorno alle 7.30 è riuscito a rubare all'interno del negozio un salvadanaio pieno di soldi contenente le mance del personale dell'ultimo mese. Soldi guadagnati e sudati».
Nell'esercizio però è presente un impianto di videosorveglianza che potrebbe permettere di identificare l'uomo, anche se le speranze di recuperare il denaro non sembrano essere molte: «Evidentemente però in 3 giorni non si è accorto delle telecamere presenti nella Pasticceria, telecamere che hanno ripreso il suo furto e che verranno portare in questura. Certo, risolveremo poco, i dipendenti non riavranno i loro soldi (stiamo parlando di una cifra che si aggira attorno ai 100 euro) e il signore magari non verrà neppure trovato trattandosi probabilmente di una persona senza fissa dimora... ma almeno facciamo il nostro dovere segnalando e denunciando comportamenti simili».

Un pensiero è andato anche alle forze dell'ordine, intervenute subito sul posto con la consueta professionalità: «Un plauso va alle forze dell'ordine, che questa mattina sono arrivate in modo celere ed estremamente competente ad aiutarci nella ricostruzione dei fatti e della stesura del primo verbale. Ho trovato una grande serietà ed umanità nella Polizia di Verona, al quale oggi va il nostro più grande ringraziamento.
Delusi, arrabbiati ed amareggiati ci auguriamo che tali comportamenti non accadano più. Siamo i primi ad offrire un caffè o una brioches alle persone quando le vediamo in difficoltà ma con questi comportamenti ci vanno di mezzo tutti iniziando ad allontanare tali persone dal locale.. e questo in una società civile e civilizzata non dovrebbe accadere. Manca il rispetto, sotto ogni sua forma
».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Beve il caffé e ruba i soldi delle mance in pasticceria: «Arrabbiati ed amareggiati»

VeronaSera è in caricamento