rotate-mobile
Cronaca Sommacampagna / Via Aeroporto

Voleva raggiungere Londra: fermato al Catullo con un passaporto falso

Il 22enne è stato smascherato dalle apparecchiature della Polizia di Frontiera ed è stato arrestato per il reato di possesso e fabbricazione di documenti di identificazione falsi

Intorno alle 11.30 di martedì, si è presentato al controllo passaporti dell’aeroporto di Verona-Villafranca con un passaporto biometrico della Grecia. Il 22enne di origine eritrea voleva imbarcarsi su un volo diretto a Londra Heathrow, ma la verifica dei documenti effettuata dagli agenti della Polizia di Stato glielo ha impedito.

Le sofisticate apparecchiature in dotazione alla Polizia di Frontiera aerea, hanno consentito di accertare che la pagina contenente i dati anagrafici e la fotografia era stata falsificata tramite la stampa con un’apparecchiatura a getto d’inchiostro e successivamente ricoperta con una plastica protettiva che tendeva a sollevarsi facilmente.

Una volta accompagnato negli uffici di polizia, l’uomo ha confessato di essere di origine eritrea e di avere tentato di attraversare la frontiera con un documento e generalità false per potere raggiungere la Gran Bretagna.

A seguito di quanto accertato dalla Polizia aeroportuale, H.A. è stato arrestato per il reato di possesso e fabbricazione di documenti di identificazione falsi. Mercoledì mattina, dopo la convalida dell’arresto, in sede di rito direttissimo il 22enne è stato condannato a undici mesi di reclusione.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Voleva raggiungere Londra: fermato al Catullo con un passaporto falso

VeronaSera è in caricamento