menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La cocaina sequestrata dalla Squadra Mobile

La cocaina sequestrata dalla Squadra Mobile

Perquisito, addosso nascondeva della cocaina: sarà espulso dall'Italia

Il suo nervosismo ha convinto gli agenti che lo avevano fermato in via Volta, a Verona, ad approfondire il controllo: nascosti nelle tasche aveva oltre 23 grammi di sostanza stupefacente ed è stato arrestato

Un altro colpo nella lotta al traffico di sostanze stupefacenti è stato messo a segno nella tarda mattinata di martedì dagli agenti della Sezione Antidroga della Squadra Mobile di Verona. In via Alessandro Volta, in città, le forze dell'ordine hanno tratto in arresto P.A., cittadino albanese classe 1997, perché colto nella flagranza del delitto di detenzione ai fini di spaccio: l'uomo infatti è stato trovato in possesso di 23.37 grammi di cocaina suddivisa in 32 dosi termosaldate

Erano circa le 12 quando una pattuglia della Squadra Mobile che stava transitando lungo la via, ha notato un individuo che a passo svelto si stava dirigendo verso via Muro Padri, decidendo così di fermarlo per un controllo. Ma alla richiesta di esibire i documenti, l’uomo avrebbe manifestato un evidente stato di agitazione e nervosismo che ha insospettito gli agenti, i quali hanno così deciso di eseguire una perquisizione. 
E proprio la verifica approfondita ha permesso di rinvenire nella tasca del giubbotto il sacchetto trasparente che conteneva 30 dosi termosaldate di cocaina. Condotto in Questura, è stato sottoposto ad una perquisizione personale più accurata, dalla quale è emerso un altro sacchettino giallo, con all'interno altri 2 involucri di cocaina. 

La droga è stata dunque posta sotto sequestro, mentre P.A., irregolare in Italia e senza fissa dimora, si è rifiutato di fornire informazioni sul proprio domicilio. Dichiarato in arresto, è stato portato presso le camere di sicurezza della Questura, in attesa di essere condotto in tribunale. Al termine della direttissima, il provvedimenti è stato convalidato e lo straniero è stato condannato ad un anno di reclusione, pena sospesa. 
Inoltre, l'ufficio Immigrazione della Questura scaligera ha già avviato le pratiche relative alla sua espulsione dal territorio nazionale. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Casa

    Ristrutturare casa: come riconoscere un muro portante

  • social

    Boom del social fitness: come tenersi in forma da casa

  • social

    Concorso Volotea: VOTATE “VERONA FOR ALL”

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento