Appassionato di basket e disegno, si è spento a 32 anni Riccardo Petrelli

«Ora disegna in cielo», hanno detto i familiari che lo piangono insieme alla Scaligera Basket. Sempre vicino ai club gialloblu, è stato apprezzato come addetto alla sicurezza durante le partite della Tezenis

Riccardo Petrelli (Foto Facebook)

Il disegno e il basket. Era queste le grandi passioni di Riccardo Petrelli, 32enne veronese morto domenica scorsa, 17 novembre, per un malore.

«Disegnatore autodidatta di ritratti e caricature». Così si descriveva nel sito in cui raccoglieva le sue opere. Con fogli bianchi da riempire e una matita in mano, lo si poteva incontrare in giro a Verona e d'estate a Bosco Chiesanuova, mentre tracciava i lineamenti di un viso.
A Verona lo si poteva vedere all'Agsm Forum, mentre svolgeva il compito di addetto alla sicurezza, dopo aver fatto praticamente tutto in questo sport. Riccardo Petrelli è stato giocatore, allenatore, arbitro e ufficiale di campo. E a piangerlo è stata anche la Scaligera Basket, stretta attorno alla famiglia. Il club gialloblu ha ricordato anche l'episodio che gli ha cambiato la vita. «Vittima di un grave incidente a 12 anni, dopo la lunga convalescenza ha sempre coltivato la sua passione per il basket - scrive la Scaligera - Costretto a lasciare il campo come atleta, riuscì a tornare a calcare il parquet come arbitro nel 2013. Sempre vicino ai colori gialloblu, Riccardo è sempre stato apprezzato come addetto alla sicurezza durante le partite della Tezenis Verona».
Nel 2000, infatti, Riccardo Petrelli è stato investito da un pirata della strada. Dopo oltre un mese di coma, si riprese anche se costretto ad una cura farmacologica costante.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«Ora disegna in cielo», hanno detto la mamma Barbara, il papà Raoul e il fratello Federico. Il funerale di Riccardo Petrelli è oggi, 20 novembre, alle 15 nella chiesa parrocchiale del Spirito Santo a Verona, con partenza dalla chiesetta del cimitero di Sant'Ambrogio di Valpolicella alle 14.30.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dramma in Transpolesana nella notte: un uomo trovato morto dopo malore alla guida

  • Dolore a Pressana e Cologna per la morte di Arianna Fin, madre di due bimbe

  • Zoppicando attira l'attenzione dei carabinieri, aveva 19 dosi di eroina negli slip

  • Spende 9 mila euro per un depuratore per la casa: «Non serve, l'acqua è già potabile»

  • Auto a fuoco nella notte a Verona: trovato cadavere carbonizzato al suo interno

  • Inganna parroco della Lessinia per ricattarlo, coppia di 20enni arrestata

Torna su
VeronaSera è in caricamento