Minaccia di dar fuoco alla casa della ex e aggredisce i carabinieri: 35enne arrestato

È stata la donna a chiedere l'intervento dei militari, ma quando sono arrivati all'abitazione di Castelnuovo l'uomo se ne era già andato ed è stato rintracciato poco dopo in una pizzeria della zona

I carabinieri di Peschiera

Un pattuglia di carabinieri dell'aliquota radiomobile di Peschiera del Garda, nella serata di domenica, è intervenuta nel Comune di Castelnuovo dopo aver ricevuto la telefonata di una donna che aveva segnalato la presenza sotto casa dell’ex compagno. B.L., classe 1985 originario di Peschiera, secondo l'Arma si trovava in stato di alterazione psicofisica dovuta probabilmente all’assunzione di alcol e droghe e avrebbe avuto l'intenzione di entrare in casa nonostante risulti colpito da un provvedimento di divieto di avvicinamento alla compagna e ai figli per il reato di maltrattamenti in famiglia.

Arrivati sul luogo indicato, i militari hanno preso contatto con la richiedente, la quale ha riferito che l'ex si era da poco allontanato a bordo di una Mercedes di colore bianco, dopo averla minacciata di dar fuoco alla sua abitazione. A quel punto è scattata la ricerca dell'auto, notata pochi minuti dopo in un parcheggio di una pizzeria della zona, mentre B.L. si trovava all'interno del locale, seduto ad un tavolo in attesa di consumare la sua ordinazione.

Alla vista dei carabinieri il 35enne si sarebbe mostrato dapprima collaborativo, salvo poi cambiare subito atteggiamento e rifiutarsi poi categoricamente di fornire i documenti, arrivando ad aggredire improvvisamente gli operatori con calci e pugni. Nonostante la sorpresa per l’azione violenta dell’uomo, i carabinieri avrebbero reagito con con prontezza e professionalità, riuscendo comunque ad immobilizzarlo. Nella colluttazione, sia i militari sia B.L. avrebbero riportato alcune lievi lesioni per contusioni e abrasioni, giudicate guaribili in pochi giorni.

L'uomo è stato dunque dichiarato in arresto per resistenza e lesioni a Pubblico Ufficiale e, al termine delle operazioni di fotosegnalamento, trattenuto presso le camere di sicurezza della compagnia di Peschiera. Lunedì mattina è stato poi giudicato con rito direttissimo, a seguito del quale è stato convalidato il provvedimento e disposto l'obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dal reparto Covid-19 di Borgo Trento: «Sappiamo cosa ci aspetta per i prossimi mesi»

  • Quanta acqua devo bere al giorno? Ecco quello che non sapevi

  • Neonato abbandonato a notte fonda sul ciglio della strada a Verona

  • Sono due trentenni in grave difficoltà economica i genitori del bimbo abbandonato a Verona

  • Un morto ed un ferito per un incidente motociclistico a Caprino Veronese

  • Rintracciati dai carabinieri di Verona i genitori del bambino abbandonato

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VeronaSera è in caricamento