Signora disabile veronese bloccata un'ora sull'aereo a Malpensa chiama la polizia

Un'ora per scendere dall'aereo a Malpensa perché non era disponibile il servizio trasporto disabili: la donna ha chiamato la polizia che ha poi raccolto la sua denuncia

ph MilanoToday

Ha atteso un'ora, nella speranza che il problema fosse risolto. Alla fine, ormai spazientita, ha chiamato la polizia. Atterraggio decisamente "scomodo" per una signora disabile di Verona che venerdì è rimasta "prigioniera" del suo volo all'aeroporto di Malpensa.

La donna, così come riportato da MilanoToday, dopo essere arrivataa Malpensa con un volo da Freeport, nelle Bahamas, insieme al marito e al figlio di tre anni, ha dovuto aspettare quasi un'ora per sbarcare dall'aereo, perché non era disponibile il servizio trasporto disabili, tanto che ha deciso di rivolgersi alla polizia che ha raccolto la sua denuncia.

Alla donna sono immediatamente arrivate le scuse di Sea, la società che gestisce l'aeroporto di Malpensa. La stessa società ha spiegato che il ritardo era dovuto a due voli precedenti che non avevano fatto richieste del servizio, mandando così in tilt l'organizzazione. L'azienda, rinnovando le scuse, ha sottolineato che «la mancata richiesta preventiva da parte delle compagnie aeree è la principale causa dei ritardi in questi casi».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La città di Verona con le sue inestimabili meraviglie diventa protagonista in tv sulla Rai

  • A Verona la migliore escort dell'anno 2019: «Prima facevo l'aiuto cuoco»

  • Vince 75mila euro a L'Eredità e si taglia i capelli con Flavio Insinna

  • Possibili rischi per la salute, ritirato formaggio prodotto a Cerea

  • Donna morta annegata nella Bassa veronese: recuperato il cadavere

  • Omicidio a Verona: ammazza una 51enne e confessa due giorni dopo

Torna su
VeronaSera è in caricamento