rotate-mobile
Giovedì, 2 Dicembre 2021
Cronaca

Manodopera clandestina, 4 arresti a Bovolone

Giro di vite dei carabinieri di Villafranca. Fermata la titolare 35 enne

Stretta dei carabinieri sulla manodopera clandestina a Bovolone. Un’operazione alle prime luci dell’alba, verso le 6, che ha visto coinvolti una decina di agenti dell’Arma di villafranca e delle polizia locale penetrati nel laboratorio “Confezioni Giulia” di via More portando a 4 arresti.

Circondato il capannone, gli uomini delle Forze dell’Ordine hanno rintracciato la titolare residente al primo piano dello stabile. I macchinari ancora caldi all’interno dello stabilimento hanno portato i militari a supporre che il lavoro fosse stato interrotto da poco e che il personale fosse fuggito da una via secondaria ricavata dalla parete di cartongesso nascosta dietro un mobile. Dentro la stanza, usata come dormitorio e servizio igienico, sono stati sorprese otto persone di origine cinese, condotte subito dopo al comando centrale di Villafranca.

Per quattro di loro l’accusa è di violazione della legge all’immigrazione che ne prevedeva l’espulsione dal territorio italiano, mentre per la titolare, W.A. di 35 anni, le manette sono scattate per favoreggiamento e sfruttamento della manodopera clandestina. Un’indagine che è seguita con analoghe modalita di quella dell’agosto 2006, quando alcuni problemi per l’azienda tessile erano stati rilevati dai carabinieri scaligeri. Il marito della titolare, allora responsabile personale dello stabilimento era stato rintracciato e accusato delle medesime violazioni che ora hanno colpito la moglie. Stamattina si attende l’esito del processo per direttissima davanti al giudice monocratico.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Manodopera clandestina, 4 arresti a Bovolone

VeronaSera è in caricamento