rotate-mobile
Sabato, 27 Novembre 2021
Cronaca

Manifestazioni in piazza, cambiano le regole

Dal Comune pi tutela ai luoghi storici della citt durante gli eventi enogastronomici

L’assessore alle Attività economiche Enrico Corsi ha presentato, insieme al presidente della Confcommercio Verona Paolo Arena, le integrazioni ai già vigenti critreri per la tutrela del decoro delle piazze del centro storico in cui si svolgono delle manifestazioni eno-gastronomiche.
Le nuove norme, che riguardano piazza Bra, via degli Alpini, piazza Erbe, piazza dei Signori, cortile del Tribunale e cortile Mercato Vecchio, saranno all’ordine del giorno nella prossima seduta della Giunta comunale.

Secondo le nuove direttive, gli stands delle manifestazioni, che potranno svolgersi tra il 15 settembre e il 15 maggio, dovranno essere omologati ad un determinato criterio di arredo: un banco tipo con copertura in tela oppure una struttura in legno a forma di casetta. Inoltre, il colore della copertura dei banchi dovrà essere lo stesso per tutti i partecipanti all’evento. I rivenditori potranno offrire ai loro clienti solo dei piccoli tavoli d’appoggio: non saranno infatti ammessi tavoli più grandi con panche o sgabelli che permettano di consumare i pasti stando seduti.

Per piazza Bra una regola in più: i banchi posti davanti al Liston dovranno essere collocati in modo da lasciare liberi tre varchi, ognuno largo cinque metri, per consentire il collegamento tra il Liston stesso e la piazza.


Ordine e decoro sembrano dunque essere le parole d’ordine dell’intervento di Corsi, che conclude spiegando: “Non sarà inoltre più consentita l’affissione ai banchi di striscioni promozionali, ma soltanto l’esposizione di targhe, uguali per tutti gli espositori, indicanti il nome dell’azienda, la descrizione dei prodotti e la loro provenienza”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Manifestazioni in piazza, cambiano le regole

VeronaSera è in caricamento