Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Cronaca San Massimo

Bevono e poi litigano. Il patrigno gli lancia addosso dei bicchieri e il 21enne si scaglia sui carabinieri

La furibonda lite si è verificata a San Massimo nella serata di sabato. Ad allertare i militari di Verona è stata la madre del giovane, il quale poi è finito in manette per aver preso di mira gli stessi operatori

Serata molto movimentata quella di sabato per i carabinieri della sezione radiomobile di Verona, che poco prima delle ore 23 sono stati chiamati all'intervento nel quartiere di San Massimo. 
A rivolgersi al 112 è stata una donna di origini brasiliane residente nella zona, che ha segnalato una violenta lite in atto tra l'ex marito, un italiano di 49 anni, ed il figlio, un 21enne brasiliano. I militari avrebbero accertato che i due, dopo aver esagerato con l'alcol, avrebbero litigato furiosamente per futili motivi, con il giovane che avrebbe avuto la peggio e sarebbe rimasto ferito dal lancio di diversi bicchieri di vetro dal parte del patrigno. Forse per sfogare la propria frustrazione, il 21enne si sarebbe poi scagliato contro i carabinieri intervenuti, che a fatica sono riuscito ad ammanettarlo e a portarlo poi in caserma. 

Anche arrivato in caserma il giovane avrebbe continuato a mantenere i suoi atteggiamenti, danneggiando lo sportello della vettura di servizio ed alcuni arredi degli uffici. Per lui, che alle spalle ha alcuni precedenti per fatti analoghi, è scattato l'arresto e, su disposizione del Pubblico Ministero, è rimasto ai domiciliari, mentre i militari hanno riportato lievi lesioni.
Lunedì mattina il ragazzo è comparso davanti al giudice, che ha convalidato il provvedimento e rimesso in libertà il 21enne in attesa della celebrazione del processo, fissato per il prossimo 11 ottobre.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bevono e poi litigano. Il patrigno gli lancia addosso dei bicchieri e il 21enne si scaglia sui carabinieri

VeronaSera è in caricamento