menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Scoppia una lite: ragazzo aggredito da tre persone portato in ospedale

Il fatto è avvenuto in via Mansoldo, ad Arcole, nella prima serata di domenica: il 27enne non sarebbe in pericolo di vita, mentre i carabinieri si stanno occupando di fare luce sull'episodio, inizialmente sembrato un accoltellamento

Gli animi si sono subito accesi, forse a causa di vecchie ruggini, e la lite è degenerata, con una persona che alla fine è stata trasportata in ospedale in codice rosso, per le ferite subite nell'aggressione, che inizialmente sembrava essersi conclusa con un accoltellamento . È quanto successo ad Arcole nella prima serata di domenica, in via Mansoldo, dove sono accorsi anche i carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile e quelli della Stazione di San Bonifacio, che ora dovranno fare luce su quanto avvenuto. 

Il ferito è un 27enne di origini marocchine, irregolare sul territorio italiano, che stava trascorrendo la giornata di domenica negli spazi di un condominio in compagnia di alcuni amici, quando è arrivato un altro gruppo di connazionali, con i quali probabilmente c'erano dei vecchi dissapori.
Stando alle testimonianze raccolte dai militari, la discussione si sarebbe dunque accesa subito, per motivi ancora al vaglio degli inquirenti, per poi degenerare velocemente fino a sfociare in un'aggressione, con tre persone che si sarebbero accanite sul giovane utilizzando anche dei bastoni, provocandogli la frattura di una gamba. 
In soccorso della vittima è arrivata dunque un'ambulanza infermierizzata del 118, che l'ha trasportata all'ospedale di San Bonifacio in codice rosso: il giovane infatti aveva riportato anche altre due ferite, una all’altezza della zona ascellare, per le quali è stato escluso dai sanitari l’utilizzo di un coltello, che invece in un primo momento sembrava essere spuntato fuori nel corso della lite. 
Il 27enne è stato identificato dai militari solo in un secondo momento dato che non aveva documenti con sé, grazie ai controlli quotidiani messi in atto sul territorio, e ora sono partite le ricerche dei sui aggressori. 

WhatsApp Image 2018-04-23 at 10.33.03 (2)-2

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Casa

    Ristrutturare casa: come riconoscere un muro portante

  • social

    Boom del social fitness: come tenersi in forma da casa

  • social

    Concorso Volotea: VOTATE “VERONA FOR ALL”

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento