Trasporto pubblico, le linee guida della Provincia non convincono Bertucco

Il consigliere comunale veronese ha sollevato alcuni dubbi: "Gli indirizzi contengono i tagli alla linee bus tradizionali necessari a far posto al filobus di cui tuttavia non conosciamo competitività e costi"

Un trasporto pubblico più accessibile, sicuro e studiato su misura sulle esigenze dei cittadini. È questo l'obiettivo che vuole raggiungere la Provincia di Verona e per raggiungerlo, insieme a l'ateneo scaligero, ha realizzato un documento contenente le linee guida per la futura pianificazione del trasporto pubblico locale veronese.

Il documento è stato sottoposto all'attenzione delle amministrazioni locali e ieri, 6 marzo, lo hanno potuto valutare anche i consiglieri della quarta commissione del Comune di Verona, i quali si sono dati una settimana per dare una valutazione.

Le linee guida che la Provincia ha individuato vanno da una riassetto delle corse per evitare che circolino autobus vuoti o con troppi passeggeri fino ad una riduzione delle corse scolastiche, controbilanciata però da un aumento dei bus di linea con orari meglio organizzato, ma soprattutto tiene conto del grande cambiamento che vivrà la città di Verona con l'entrata in funzione del filobus.

Il documento di indirizzo della Provincia non entra troppo nei dettagli, ciò nonostante il consigliere comunale di Verona e Sinistra in Comune Michele Bertucco ha ravvisato alcune criticità.

Gli indirizzi contengono i tagli alla linee bus tradizionali necessari a far posto al filobus di cui tuttavia non conosciamo la reale competitività e nemmeno gli esatti costi - scrive Bertucco - Da alcuni calcoli, risulta che le risorse previste per il filobus non sarebbero nemmeno sufficienti a coprirne i costi di gestione. Non si ha la più pallida idea di come gestire le rotture di carico tra linee urbane ed extraurbane né di come gestire il biglietto unico. Non si ha la più pallida idea se il filobus sarà in grado di rispondere alla domanda nelle ore di punta. Non è chiaro se i quartieri più periferici potranno continuare a fruire di collegamenti diretti con il centro e con i principali attrattori di traffico.

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Verona usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Rischio Covid: regioni gialle, arancioni o rosse? In arrivo cambiamenti

  • Covid, ecco il "tampone multiplex": a Negrar un unico test per riconoscere tre diversi virus

  • La zona "gialla plus" di Zaia peggio di quella arancione? Commercianti aperti, senza clienti

  • Terapia anti-Covid scoperta dall'università di Verona, l'Fda la autorizza

  • Coronavirus: in Veneto 18 morti da ieri sera, Verona provincia con più casi attuali e decessi

  • Coronavirus, a Verona tornano a salire i ricoveri in terapia intensiva

Torna su
VeronaSera è in caricamento