Il dg Ulss 9 Girardi: «Verona e Padova le due province più sotto stress, anche nelle terapie intensive»

«Alcune Regioni che hanno avuto maggiori restrizioni oggi ne sperimentano i benefici, noi dobbiamo continuare ad assumere comportamenti corretti», ha dichiarato il dg dell'Ulss 9 Scaligera

 

Il dirigente dell'Ulss 9 Scaligera Pietro Girardi è intervenuto quest'oggi, mercoledì 9 dicembre, per fornire degli aggiornamenti in merito alll'emergenza coronavirus in Veneto ed in particolare nel Veronese. Il dg dell'Ulss 9 ha anzitutto ricordato i dati odierni: «Alle ore 8 oggi i nuovi positivi sono 364 in provincia di Verona,  è il numero più elevato in Veneto. Ci sono due province della Regione, cioè Padova e Verona, dove la situazione anche nelle terapie intensive è più sotto stress. Di posti ne abbiamo, - ha quindi precisato il dg Pietro Girardi - è anche possibile attivarne altri».

Il dg Ulss 9 Pietro Girardi ha quindi aggiunto: «La capacità dei posti letto per Covid nei nostri ospedali è impegnata al massimo delle sue possibilità. L'ondata sulle terapie intensive arriva solitamente una decina di giorni dopo le positività. La stabilizzazione del numero dei positivi sta avvenendo oggi e dunque qualche beneficio tra una decina di giorni potremmo poi averlo. In questa fase è quindi ancora più importante agire sui nostri comportamenti quotidiani che possiamo sempre migliorare. Non solo l'uso della mascherina ed il distanziamento, ma anche igienizzazione delle mani, il disinfettarsi spesso le mani».

Lo stesso dg dell'Ulss 9 Scaligera Pietro Girardi ha quindi affrontato il tema della pandemia sotto il profilo delle restrizioni, confrontando la situazione in Veneto, che è sempre rimasto zona gialla, con quella di altre Regioni: «Alcune Regioni che hanno avuto maggiori restrizioni oggi ne sperimentano i benefici, - ha detto il dg Pietro Girardi - noi che grazie ai nostri comportamenti siamo rimasti sempre zona gialla, dobbiamo continuare anche oggi ad avere comportamenti corretti e così tra una decina di giorni potremo raccoglierne ancora i benefici».

Potrebbe Interessarti

Torna su
VeronaSera è in caricamento