Venerdì, 24 Settembre 2021
Cronaca Autostrada Serenissima

Femminicidio nel Vicentino, sospettato in fuga passato per la provincia di Verona

Il presunto omicida pare si sia diretto verso il Lago di Garda per poi proseguire con la sua Lancia Y verso l'Emilia Romagna. La vittima è una 21enne, Alessandra Zorzin, uccisa nella sua casa di Valdimolino, una frazione di Montecchio Maggiore

Quasi certamente è passato per la provincia di Verona l'uomo sospettato del femminicidio avvenuto oggi, 15 settembre, a Valdimolino, una frazione del comune vicentino di Montecchio Maggiore. Il presunto omicida pare si sia diretto verso il Lago di Garda per poi proseguire la sua fuga a bordo di una Lancia Y verso sud e quindi verso l'Emilia Romagna. Le forze dell'ordine sono sempre sulle sue tracce con l'obiettivo di bloccarlo il prima possibile.

La vittima di quello che è il secondo femminicidio in meno di una settimana in provincia di Vicenza si chiama Alessandra Zorzin, una ragazza di 21 anni, madre di una bimba di due anni e convivente con un 28enne. È stato proprio il ragazzo a scoprire il corpo senza vita della giovane, freddata in casa mentre la figlia era all'asilo da un conoscente armato di pistola, come riportato da Vicenza Today.
L'uomo sospettato del delitto avrebbe avuto la pistola perché lavora come guardia giurata. E secondo le informazioni trapelate, dovrebbe essere un padovano di 38 anni. Alessandra Zorzin potrebbe avergli aperto la porta di casa intorno a mezzogiorno. I due dovrebbero avere avuto un litigio, poi i vicini hanno sentito degli spari ed hanno visto l'uomo andare via sulla Lancia Y. I vicini hanno poi avvisato il convivente che, rientrato a casa, ha trovato la giovane vittima in un lago di sangue sul letto.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Femminicidio nel Vicentino, sospettato in fuga passato per la provincia di Verona

VeronaSera è in caricamento