Cronaca Montorio

Finanziamenti della politica, anche i detenuti firmano per il referendum

Il garante dei detenuti Margherita Forestan: "Bello vedere quanto i carcerati di Montorio siano interessati a partecipare attivamente alle iniziative popolari, atteggiamento utile al rinserimento"

Spontanea partecipazione di un gruppo di detenuti nel carcere di Montorio alla raccolta firme per i referendum che propongono la parziale abrogazione della legge sulle indennità parlamentari. Nei giorni scorsi alcune persone detenute si sono rivolte al loro Garante Margherita Forestan, rieletta di recente dal Consiglio comunale per il secondo mandato, chiedendo di poter partecipare alle iniziative popolari sul finanziamento della politica. A rendere ufficiale la raccolta delle firme ha provveduto il vicesegretario del Comune Giuseppe Baratta, che si è recato alla casa circondariale di Verona Montorio per espletare le procedure amministrative necessarie.

"Fa piacere la voglia di partecipare alla vita politica che le persone detenute dimostrano - commenta Forestan- per un'azione efficace di recupero e reinserimento è importante coinvolgerle ogni giorno con iniziative diversificate, in modo da tener vivo il loro legame con la società che dovrà riaccoglierle una volta uscite dal carcere”. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Finanziamenti della politica, anche i detenuti firmano per il referendum

VeronaSera è in caricamento