Derubava le persone che uscivano dal Bingo: fermato dai carabinieri

I militari della compagnia di Villafranca lo hanno accusato di 4 episodio analoghi avvenuto in prossimità della sala di Nogara, tutti avvenuti in orario serale o notturno e quasi sempre con delle donne come vittime

I carabinieri davanti al Bingo di Nogara

La zona del Bingo di Nogara sarebbe diventata il suo "terreno di caccia": lì infatti avrebbe messo a segno alcuni colpi, ai danni soprattutto di esponenti del sesso femminile, ma i carabineri della compagnia di Villafranca hanno messo la parola fine alle sue scorribande. S.O., classe 1993 d'origine marocchina, irregolare sul territorio, senza fissa dimora e con alcuni precedenti specifici alle spalle, è stato dunque arrestato con le accuse di furto con strappo e furto con destrezza. 

Secondo quanto riferito dal comandante della Compagnia, Ottavia Mossenta, nel corso di una conferenza stampa, è stato possibile attribuire 4 episodi analoghi avvenuti dall'inizio dell'anno ad oggi, ma il numero potrebbe anche salire. Come detto in precedenza, le vittime sarebbero state soprattutto donne di differenti età che uscivano dalla sala Bingo e possibilmente da sole. Il ladruncolo avrebbe colpito nella fascia oraria compresa tra le 22 e le 3, sia sulla pubblica via, strappando via la borsa alle malcapitate, sia aspettando che salissero in auto: in quel caso attendeva che la vittima appoggiasse la borsa sul veicolo e non appena questa si accigengeva a salirci a sua volta, lui apriva la portiera e s'impossessava del bottino, prima di scappare il più velocemente possibile. L'uomo probabilmente puntava alle vincite ottenute nella sala e sarebbe riuscito a mettere le mani anche su somme di circa 200 euro. 

BINGO1-2

Tra le vittime è presente anche un uomo, derubato il 3 gennaio, il quale ha dato il via alle indagini a suo carico. Quella sera infatti, S.O. aveva tagliato la tracolla del borsello dell'individuo e si era allontanato in fretta e furia, ma l'allarme però venne subito lanciato, al punto che il malvivente fu rintracciato circa un'ora dopo, ancora in stato di agitazione e provato dalla fuga, ma soprattutto ancora in possesso della refurtiva. 
L'uomo venne denuciato e le sue foto sono state poi mostrate ad altre persone che avevano denunciato di aver subito un furto nella zona, le quali lo hanno indacato come l'autore di questi. Tra venerdì e sabato dunque i carabinieri di Nogara, guidati dal maresciallo Antonio Catalano, hanno arrestato il nordafricano, che ora attende di comparire davanti al giudice. 

I carabinieri invitano dunque le possibili altre vittime a denunciare i fatti e a presentarsi in caserma per il riconoscimento. 
 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I supermercati più convenienti? Primeggia il Triveneto, ecco quali sono a Verona

  • Elezioni in Veneto: come si vota? Dal voto disgiunto alle preferenze, tutte le informazioni

  • Elezioni del 20 e 21 settembre 2020: come si potrà votare e per cosa

  • Zaia ha anche un lista tutta sua, ecco i candidati in provincia di Verona

  • Cosa fare a Verona e provincia durante il weekend dal 18 al 20 settembre 2020

  • Citrobacter, provvedimento disciplinare alla direttrice della microbiologia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VeronaSera è in caricamento