Martedì, 26 Ottobre 2021
Cronaca

Da Sommacampgna a Capo Nord, in bicicletta per i terremotati

Antonino De Paola, 32 anni, intende attraversare l'Europa con la sua bici. Una sfida nata dal suo amore con la natura e che si è trasformata in iniziativa d'aiuto per l'Emilia

Da Sommacamgna a Capo Nord in bicicletta, andata e ritorno. Questa è la sfida che si è posto Antonino De Paola, 32 anni di Sommacampgna, che il 29 giugno salterà in sella alla sua bici per attraversare gli stati del nord europa fino a giungere al punto più settentrionale.

Il progetto inizialmente è partito da una grande passione per la fotografia e per la voglia di intraprendere un lungo viaggio a contatto con la natura. La scelta dell'utilizzo della bicicletta è dovuta alla volontà di sensibilizzare sul suo accantonamento a favore dell'auto, anche in situazioni che dovrebbero indurre una persona a preferire questo mezzo ecologico, economico e salutare. 

Ma il terremoto che scosso l'Emilia ha fornito al temerario ciclista un'ulteriore motivazione, quella di dare sostegno agli sfortunati abitanti di quelle zone. In che modo? Organizzando una raccolta fondi tramite social network, passaparola, banchetti di beneficenza e simili. Di seguito pubblichiamo il suo annuncio condiviso su facebook, dove, chiunque sia interessato, troverà le modalità per dare il proprio supporto:

 

"Mi chiamo Antonino De Paola ho quasi 32 anni e abito a Sommacampagna (VR) con la mia stupenda famiglia formata da Jessica, la mia compagna, mio figlio Miguel, di 18 mesi, e il nostro insuperabile lupo Ruska. 
Questo è il mio progetto, nato dall'unione della mia passione per la fotografia che pratico orami da qualche anno e il sogno di poter realizzare un lungo viaggio a diretto contatto con la natura. La mia idea iniziale era di partire da Verona il 29 giugno e, attraversando i paesi europei, giungere a Capo Nord. Anche se non sono un atleta ho scelto di intraprendere questo viaggio in bicicletta per sensibilizzare le persone a rinunciare all'utilizzo dell'auto a favore di questo mezzo ecologico, economico e salutare. 
Ma dopo il terremoto che ha colpito l'Emilia Romagna mi sono chiesto che cosa potevo fare per essere d'aiuto visto che secondo me ci si deve muovere in prima persona, come già fanno moltissime persone. 
Quindi ho deciso di iniziare la mia avventura raccogliendo donazioni tramite social network, passaparola, banchetti di beneficenza etc. e portendole direttamente a chi ne ha bisogno al mio ritorno. Vorrei dimostrare che, se lo Stato, come sempre, cerca fondi per aiutare le popolazioni in difficoltà alzando il prezzo del carburante, io che sono nessuno propongo di trovare vie alternative; invece di pagare quei 2-3 centesimi di carburante in più, risparmiamo, non utilizzando l'auto quando lo si può o lo si vuole fare rinunciando al nostro abituale benessere "automobilistico" e donando i soldi risparmiati alla scuola materna San Vincenzo De Paoli a Cavezzi. La scuola ospitavaquasi 100 bambini in 5 sezioni con 10 insegnanti e ad oggi il pensiero principale è quello di arrivare a settembre potendo riaprire almeno in parte, al fine di poter riaccogliere i bimbi. 
Grazie mille a chi mi aiuterà in questa "avventura", credo sia importante aiutare chi sta peggio di noi, io sono disoccupato e so benissimo che non è facile arrivare alla fine del mese, per questo vi chiedo anche solo una piccola donazion, perché insieme noi facciamo la differenza."
 
Ringrazio il SOS Sona, il Comitato Carnevale Benefico di Lugagnano e l'Aquilone, per avermi aiutato.
Per le donazioni tramite bonifico: Agenzia di Lugagnano (VR) del Banco Popolare - società cooperativa
Iban: IT 03 O 05034 59871 000000040043
Causale: "Pro ricostruzione Scuola S. Vincenzo de Paoli - cavezzo"
Banca della Valpolicella Credito Cooperativo di Marano
Agenzia Via Brigata regina (VR)
C/C N. 00010006735
Iban: IT 25 Y 08315 11700 000010006735
Causale: "Pro ricostruzione Scuola S. Vincenzo De Paoli - Cavezzo"
 
                                                                                                                                  Antonino e Jessica
 
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Da Sommacampgna a Capo Nord, in bicicletta per i terremotati

VeronaSera è in caricamento