L'annuncio del sindaco: riparte il progetto voluto da Stefano Bertacco "Ci sto? Affare fatica!"

Voluto dall'ex assessore ai Servizi Sociali recentemente scomparso, il progetto lo scorso anno aveva coinvolto ben 430 ragazzi e ragazze

 

Il sindaco di Verona Federico Sboarina ha inaugurato il punto stampa di oggi, giovedì 18 giugno, presentando il progetto "Ci sto? Affare fatica!" che si terrà anche quest'anno. Il progetto era stato inizialmente voluto dall'ex assessore Stefano Bertacco e lo scorso anno aveva coinvolto ben 430 ragazzi e ragazze tra i 14 e i 19 anni. Anche quest'estate a partire dal 6 luglio per cinque settimana, tanti adolescenti potranno occupare il loro tempo rendendosi utili in una serie di attività finalizzate alla tutela dei beni cittadini e a vantaggio di tutta la comunità veronese.

I giovani partecipanti saranno coinvolti in una serie di attività settimanali dedicate alla cura del bene comune: dalla pulizia delle sale comunali, a quella delle mura magistrali, la pulizia delle scuole, attività sulle piste ciclabili e manutenzione di numerose altre aree nelle varie circoscrizioni di Verona. In generale quest'anno sono state privilegiate, proprio a fronte dell'emergenza coronavirus, delle attività all'aria aperta. La consigliera comunale Maria Fiore Adami ha ricordato le parole di Bertacco in merito al progetto: «L'obiettivo, mi diceva sempre Stefano, è di non disperdere i ragazzi, dobbiamo cercare di educarli tutti alla cittadinanza attiva. Fare qualcosa di bello e di buono per la città e dare continuità a questo progetto penso sia doveroso proprio in onore anche di Stefano che per me era, anzitutto, anche un amico».

Le iscrizioni avvengono online (a questo link: https://www.cistoaffarefatica.it/) e partiranno da lunedì, mentre le attività si svolgeranno poi dal 6 luglio al 7 agosto 2020. A tutti i giovani verrà data la possibilità di fare non più di una settimana, proprio per consentire al più vasto numero possibile di ragazzi e ragazze di partecipare.

Potrebbe Interessarti

Torna su
VeronaSera è in caricamento