Cronaca Stazione / Piazzale 25 Aprile

Controlli straordinari della Polfer in stazione: un centinaio le persone identificate

Il Ministero dell'Interno ha innalzato i livello di guardia presso gli scali ferroviari e il Compartimento di Polizia Ferroviaria per Verona ed il Trentino Alto Adige ha dato il via ad una serie di operazioni in tale ambito

Con l’approssimarsi delle festività natalizie, il Ministero dell’Interno ha innalzato i livelli di attenzione nell’attività di prevenzione e contrasto ai reati in ambito ferroviario ed il Compartimento di Polizia Ferroviaria per Verona ed il Trentino Alto Adige, oltre al potenziamento quotidiano dei servizi, ha programmato per la giornata di ieri, martedì 22 dicembre, una serie di controlli straordinari ai passeggeri in transito nelle stazioni di competenza.
Gli Agenti della Polizia Ferroviaria di Verona, hanno complessivamente identificato un centinaio di persone di cui 26 cittadini extracomunitari, controllato 5 autovetture e denunciato una persona in stato di libertà.
Il servizio di controllo dei viaggiatori e verifica dei bagagli, anche presso il deposito della stazione, si è svolto con l’ausilio dei metal detector.
Nella corso della mattinata, in collaborazione con le unità cinofile della Guardia di Finanza, è stato contemporaneamente attuato un piano di contrasto ai reati legati al mondo degli stupefacenti nel corso del quale sono state eseguite due perquisizioni personali cui è seguito il sequestro di alcune dosi di cannabis.

Inoltre, gli operatori di Protezione Aziendale del Gruppo FS, hanno nuovamente sperimentato presso la stazione di Verona Porta Nuova, un “filtraggio” all’ingresso delle gallerie di accesso ai binari “lato Milano” e “lato Venezia” per impedire l’accesso a venditori abusivi ed alle persone prive di titolo di viaggio. La Polizia Ferroviaria ha garantito che le operazioni si svolgessero ordinatamente ed in sicurezza anche per il personale ferroviario che ha controllato complessivamente circa 700 titoli di viaggio, respingendo 28 viaggiatori non in regola.
L’attività di prevenzione e controllo si è svolta in tutte le province di competenza, da Verona sino al Brennero con una particolare attenzione oltre che alla città di Verona, a quella di Bolzano, punto nevralgico con l’attività della Sezione di Polizia Ferroviaria, del contrasto al fenomeno dell’immigrazione clandestina.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Controlli straordinari della Polfer in stazione: un centinaio le persone identificate

VeronaSera è in caricamento