Martedì, 18 Maggio 2021
Cronaca Centro storico / Corso Cavour

Accusati di furti a raffica, da Verona verso Bolzano oltre 30 colpi: fermati dai carabinieri

Di base a Verona, i due complici avrebbero compiuti numerosi furti in casa a Bolzano

Carabinieri

I carabinieri del Nucleo Investigativo di Bolzano riferiscono di aver proceduto al fermo di due cittadini albanesi, uno di 27 anni e l'altro di 26 anni, entrambi indiziati di aver compiuto, nel periodo tra novembre e dicembre 2019, numerosi furti e tentati furti in tutta la provincia di Bolzano. 

I due cittadini stranieri sarebbero stati individuati in un alloggio a Verona, proprio mentre sarebbero stati sul punto di lasciare il territorio nazionale per far rientro in Albania. Secondo quanto riferiscono i militari, gli indizi sino ad ora raccolti consentirebbero ai carabinieri di attribuire ai due soggetti fermati ben 19 furti realizzati e 14 furti tentati nelle zone di Bolzano, Laives, Bronzolo, Ora, Caldaro, Appiano, Lana e Merano.

Le indagini avrebbero inoltre consentito di appurare come la coppia, quasi ogni giorno, sarebbe partita da Verona per giungere nella provincia di Bolzano, dove i due avrebbero poi iniziato a colpire in serie appartamenti ed abitazioni, scavalcando balconi, salendo su grondaie e tubi, raggiungendo e forzando finestre.

Secondo gli inquirenti, i due avrebbero colpito in particolare quelle case dove avrebbero in precedenza accertato non vi fossero i proprietari, prediligendo orari tra il tardo pomeriggio e la sera, cambiando di volta in volta la zona di operazione. Nel corso della perquisizione, svolta insieme ai carabinieri di Verona, i militari dell'Arma riferiscono di aver sequestrato decine di oggetti tra orologi, monili, vestiti, tablet, arnesi da scasso ed anche migliaia di euro in ben sei differenti valute.  

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Accusati di furti a raffica, da Verona verso Bolzano oltre 30 colpi: fermati dai carabinieri

VeronaSera è in caricamento