rotate-mobile
Lunedì, 29 Novembre 2021
Cronaca Lazise / Via Porta San Zeno

Ruba in diversi negozi del centro di Lazise, arrestata dai carabinieri

La donna è una cittadina austriaca, classe '63, colta nella flagranza di furto aggravato continuato. Approfittava del forte afflusso dovuto al mercato del mercoledì per prendere merce senza pagarla

I carabinieri di Lazise hanno arrestato una cittadina austriaca, classe '63, per furto aggravato continuato. Le iniziali del nome dell'arrestata sono S.G..

Mercoledì scorso, 18 settembre, i militari di Lazise erano impegnati in un servizio in abiti civili per prevenire ed eventualmente reprimere possibili furti durante il locale mercato settimanale. Il titolare di un negozio del centro li ha avvicinati ed ha riferito loro di aver notato una donna, la quale nel negozio aveva maneggiando vari capi di abbigliamento con fare sospetto e poi era uscita senza acquistare nulla. Gli operanti hanno visionato le immagini delle telecamere di videosorveglianza ed hanno constatando che effettivamente la donna aveva occultato una felpa dentro il suo zaino.
Riscontrata la commissione del furto, i carabinieri si sono posti immediatamente alle ricerche della malfattrice per le vie del centro, individuandola poco dopo nei pressi di Porta San Zeno in una macelleria. S.G. non si era accorta dei militari e, senza farsi notare dai titolari della macelleria, ha nascosto nel suo zaino alcuni generi alimentari. La donna ha poi prelevato altra merce e si è recata alla cassa per pagarla.
Uscita dalla macelleria, S.G. è stata fermata dai carabinieri che avevano assistito a distanza a tutta la scena. Perquisendo la zaino della donna, i militari hanno trovato vari generi alimentari, un completino da bimbo ancora prezzato con etichetta e tacchette, due camicie da uomo, una felpa ancora con il dispositivo antitaccheggio ed un pezzo di carta stagnola avvolta sulla felpa al fine di coprirne l'antitaccheggio. Inoltre, nella sua borsa, S.G. aveva nascosto una felpa, due paia di pantaloni, un vestito da donna e una maglia.

carabinieri-refurtiva-lazise-2
(I carabinieri di Lazise con la refurtiva)

La cittadina austriaca è stata dunque identificata e condotta alla stazione dei carabinieri di Lazise per ulteriori accertamenti. La donna è stata identificata dai titolari di diversi esercizi commerciali, i quali hanno presentato regolare denuncia dei furti subiti.
La refurtiva, del valore complessivo di circa 400 euro, è stata restituita ai legittimi proprietari mentre l'arrestata, al termine delle operazioni, è stata foto-segnalata e successivamente chiusa nelle celle di sicurezza del comando di Peschiera del Garda.
La mattina successiva, la cittadina austriaca è stata giudicata dal Tribunale di Verona con rito direttissimo e condannata alla pena di 8 mesi di reclusione e alla multa di 400 euro. La donna è stata poi rimessa in libertà.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ruba in diversi negozi del centro di Lazise, arrestata dai carabinieri

VeronaSera è in caricamento