Martedì, 26 Ottobre 2021
Cronaca Centro storico / Corte Giorgio Zanconati, 1

Anziana ustionata sotto il casco per capelli morì alcuni mesi dopo: scontro al processo

L'accusa mossa dalla figlia della signora deceduta a 91 anni è che la madre venne "dimenticata" sotto il casco per capelli e che la sua morte, avvenuta cinque mesi dopo, sia una conseguenza delle ustioni riportate. Ma sul punto è scontro aperto tra due perizie

Rimase ustionata mentre si trovava sotto il casco per capelli e a distanza di cinque mesi da quell'episodio, la donna di 91 anni morì all'interno della casa di riposo dove era accolta. Al centro di questa vicenda giudiziaria, raccontata quest'oggi dal Corriere del Veneto, vi è la possibile relazione di causa-effetto tra le ustioni riportate dall'anziana e la sua successiva dipartita. La figlia della signora aveva presentato un esposto in relazione ai fatti avvenuti il 24 aprile del 2015 e successivamente sono risultati indagati per "omicidio colposo" quattro soggetti tra amministratori e infermieri della casa di riposo dove avvenne l'incidente. 

La donna ustionata, all'epoca dei fatti, era già stata colpita da un ictus ed era perciò inabile a parlare, per questo non poté avvisare nessuno mentre si trovava sotto il casco per capelli e finì così ustionata. Secondo l'accusa formulata esplicitamente da parte della figlia della 90enne, quest'ultima sarebbe quindi stata "dimenticata" dal personale della struttura causandole un danno che, successivamente, avrebbe prodotto complicazioni tali da provocarne il decesso.

Tuttavia, proprio su tale punto, centrale per l'esito del processo, si stanno scontrando in Tribunale le parti, con due consulenze in netto contrasto, proposte l'una dalla parte offesa e l'altra, originariamente, su istanza del Pm e che si smentiscono reciprocamente: secondo la prima, come già detto, vi sarebbe un nesso consequenziale, ma secondo quella svolta per conto della Procura e che ha poi portato alla richiesta d'archiviazione per i quattro indagati, il decesso della signora non sarebbe collegabile alle ustioni di primo e secondo grado riportate il 24 aprile 2015. La vicenda giudiziaria proseguirà il prossimo giugno, quando si svolgerà la nuova udienza.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Anziana ustionata sotto il casco per capelli morì alcuni mesi dopo: scontro al processo

VeronaSera è in caricamento