Cronaca Bovolone / Via Campagne

L'allarme di casa suona e pensa ad un guasto, invece si trova davanti tre banditi

Una donna di 44 anni è stata costretta ad aprire la cassaforte ai tre ladri che si trovata davanti poco dopo le 23. Essendo le stessa in casa, quando ha sentito la sirena dell'antifurto in un primo momenti ha pensato ad un errore

Pensava si trattasse di un malfunzionamento ma invece non era così e si è trovata davanti i tre banditi, che l'hanno costretta a consegnargli i gioielli. 

Erano le 23.15 circa di ieri sera a Bovolone, quando in un'abitazione di via Campagne è scattata la sirena dell'antifurto. All'interno una donna, classe 1971, residente nella casa. Il suo primo pensiero è stato quello di un'errore del dispositivo, ma non era così: quando ha fatto il giro dell'abitazione si è trovata davanti a tre sconosciuti che hanno iniziato a minacciarla verbalmente. 
Spaventata la donna ha ceduto alle loro richieste e gli ha aperto la cassaforte dalla quale hanno prelevato tutto il contenuto: circa 4000 euro in gioielli, per poi fuggire. A qul punto la 44enne ha avvisato i carabinieri, che ora indagano sulla vicenda. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'allarme di casa suona e pensa ad un guasto, invece si trova davanti tre banditi

VeronaSera è in caricamento