rotate-mobile
Martedì, 30 Novembre 2021
Cronaca

A Verona e Mantova i beni della ndrangheta

Blitz della polizia di Stato sequestrati beni anche al nord

È scattata questa mattina un’imponente operazione antimafia nel cuore della Calabria che ha toccato anche le provincie di Verona (in particolare San Giovanni Lupatoto) e Mantova.

Proprio qui infatti sono state sequestrate diverse proprietà accumulate illegalmente da esponenti della ‘ndrangheta che frequentavano i nostri territori. Il resto dei possedimenti era concentrato soprattutto nel crotonese: gli uomini della squadra mobile di Crotone hanno infatti posto sotto sequestro alcune società, villaggi turistici, fabbricati, terreni agricoli, immobili e due imprese di pompe funebri, per un valore complessivo di 35 milioni di euro.

Nell'operazione sono impegnati oltre 100 uomini appartenenti anche ai reparti prevenzione crimine della polizia. I beni sequestrati nell'ambito dell'operazione denominata “Dirty investiments” sembrano appartenere ad esponenti della cosca dei Papaniciari, gruppo ritenuto molto pericoloso sul territorio di Crotone. Questa è solo una tappa di un’inchiesta partita più di un anno fa in occasione di uno scontro tra cosche.


L'indagine aveva già portato alla cattura di 25 affiliati ai gruppi criminali e all'arresto di un boss nel luglio 2008.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A Verona e Mantova i beni della ndrangheta

VeronaSera è in caricamento