rotate-mobile
Mercoledì, 10 Agosto 2022
Attualità Centro storico / Piazza Bra

Il maltempo concede una tregua, vicinanza al Veneto da Mattarella e Salvini

Il vicepremier verrà in visita domenica, mentre il presidente della Repubblica ha detto di essere rimasto molto impressionato e addolorato per la devastazione delle valli del bellunese e delle altre zone colpite

Domani, 4 novembre, sul Veneto non sono previste precipitazioni, solo a fine giornata c'è una probabilità bassa di deboli precipitazioni sui settori centro-meridionali della pianura e sui settori prealpini e pedemontani occidentali. Pur in assenza di precipitazioni significative, fino alle prime ore di lunedì 5 novembre, il centro funzionale decentrato della protezione civile del Veneto segnala comunque la possibilità d'innesco di fenomeni franosi superficiali sui versanti e possibili locali situazioni di criticità idraulica nei corsi d'acqua delle rete secondaria, anche nei bacini che toccano la provincia di Verona.

Nel frattempo, continua il lavoro anche dei tanti volontari, soprattutto nel bellunese per il superamento della situazione di emergenza. E la vicinanza delle autorità statali si è fatta sentire anche oggi, 3 novembre. Il presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha telefonato al presidente della Regione Veneto Luca Zaia. Il Capo dello Stato ha detto di essere rimasto molto impressionato e addolorato dalle immagini della devastazione delle valli del bellunese e di tante altre zone del Veneto. Esprimendo la propria vicinanza e solidarietà alla Regione e alle popolazioni colpite dalla violenza del maltempo, il presidente Mattarella ha assicurato che seguirà personalmente la vicenda, affinché venga avviato rapidamente un piano di interventi per il recupero infrastrutturale, edilizio e ambientale. Ed è stata annunciata per domani la visita del vicepremier Matteo Salvini.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il maltempo concede una tregua, vicinanza al Veneto da Mattarella e Salvini

VeronaSera è in caricamento