Coronavirus, un solo nuovo contagio e un decesso a Verona in 9 ore

L'ultimo aggiornamento regionale vede rallentare bruscamente ancora una volta la parabola dei contagi, mentre il numero dei negativizzati virologici continua a salire toccando quota 3355

Immagine generica

Dopo la lieve risalita di contagi da Covid-19 nel Veronese, registrata nel dato delle ore 8 e forse dovuta anche alla miglioria del metodo di analisi dei tamponi comunicata da Zaia, il numero di nuovi tamponi positivi è tornato vicino allo zero: nell'aggiornamento delle ore 17 del 20 maggio infatti ne è stato registrato solamente uno, per un totale di 5057 casi, di cui 1173 tuttora positivi, 17 in meno rispetto al precedente dato. Il numero dei negativizzati virologici nel frattempo è salito a 3355 (+18), mentre i decessi di persone contagiate dal coronavirus, tra ospedali e non, sono 529 (+1). 958 soggetti invece si trovano in isolamento domiciliare. 
Per quanto riguarda l'intero Veneto invece i tamponi positivi registati in giornata sono 10. Dei 19040 casi totali, 3506 (-26) sono attualmente positivi, 1836 (+4) sono i decessi e 3459 gli individui in isolamento. 

tabella 1-40-10

Le strutture ospedaliere regionali ospitano 525 (-3) pazienti in area non critica, 250 (-5) dei quali tuttora affetti dal virus e 275 (+2) negativizzati, mentre 46 (+1) si trovano in terapia intensiva, dove i positivi sono 16 (dato stabile) e 30 (+1) i negativizzati. 107 infine sono presenti in strutture territoriali, trasferiti da ospedali per acuti. 
Nei nosocomi di Verona e provincia invece sono presenti 83 (-3) individui positivi e le terapie intensive 7. Questi i dati delle singole strutture: a borgo Roma 3 (dato stabile) pazienti contagiati si trovano in area non critica; a borgo Trento 2 (-1) pazienti si trovano in area non critica e 1 (-1) in terapia intensiva; a Legnago nessun paziente si trova in area non critica e 1 (dato stabile) in terapia intensiva; a San Bonifacio 4 (dato stabile) pazienti si trovano in area non critica; a Villafranca (ospedale Covid-19 per il Veronese) 30 (-3) pazienti si trovano in area non critica e 1 (dato stabile) in terapia intensiva; a Marzana 9 (dato stabile) pazienti si trovano in area non critica; a Bussolengo 20 (+2) pazienti si trovano in area non critica; al San Biagio di Bovolone non risultano esserci pazienti positivi al coronavirus ricoverati; a Negrar 9 (-1) pazienti si trovano in area non critica e 2 (+1) in terapia intensiva; a Peschiera 6 (dato stabile) pazienti si trovano in area non critica e 2 (dato stabile) in terapia intensiva.
L'unico decesso segnalato nel Veronese è avvenuto all'ospedale di borgo Trento, mentre dal 21 febbraio ad oggi sono state dimesse complessivamente 917 persone. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

tabella 2-3-10
tabella 3-38-10

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Arriva App di biosorveglianza targata Veneto e Luca Zaia annuncia un'«ordinanza innovativa»

  • Lo studio a Negrar: «Minore è la quantità di virus, meno gravi i sintomi della malattia»

  • Ingannato dalla chiamata de Numero Verde della Banca: rubati soldi dal conto corrente

  • Nuova ordinanza a Verona contro il virus: le tre "aree" della città e tutti i divieti in vigore

  • Contro gli assembramenti, provvedimenti diversificati e "zone rosse" a Verona

  • Polemica su Crisanti, il professor Palù: «È un mio allievo esperto di zanzare»

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VeronaSera è in caricamento