In arrivo 100 telecamere a Verona per combattere l'abbandono di rifiuti

Amia e Agsm hanno stipulato un accordo per la fornitura di 100 dispositivi “evoluti” per il rispetto del decoro e contro lo sversamento illecito di rifiuti in maniera abusiva ed indiscriminata

Rifiuti abbandonati a Verona

Un fenomeno, quello dell’abbandono indiscriminato dei rifiuti, purtroppo sempre più diffuso, che rappresenta una forma di inciviltà e che danneggia l'ambiente, causando degrado e sporcizia in molte zone di Verona. Prosegue dunque l’impegno di Amia nel contrastare con tutti i mezzi e le risorse, anche straordinarie e appositamente destinate a tale scopo, questo deprecabile fenomeno, potenziando l'azione contro i comportamenti scorretti che deturpano in modo inaccettabile il territorio. La società di via Avesani, presieduta da Bruno Tacchella, ha stipulato nei giorni scorsi un accordo con Agsm per la fornitura di 100 telecamere “evolute” per il rispetto del decoro e contro lo sversamento illecito di rifiuti in maniera abusiva ed indiscriminata. La partnership prevede il noleggio per la durata di 5 anni da parte della holding Agsm ad Amia, al termine dei 5 anni la società dei rifiuti diventerà la proprietaria delle telecamere, mentre la società di lungadige Galtarossa si occuperà della loro manutenzione ordinaria e straordinaria.

Decoro cam (2)-2

«Le apparecchiature, di nuova generazione e dotate di software particolarmente avanzati, permetteranno di rendere estremamente facile per gli operatori impostare la visualizzazione di immagini dal vivo o da remoto, 24 ore su 24 – ha commentato Tacchella –. Uno sforzo economico importante, sostenuto interamente da Amia in un periodo di profonda crisi per tutti gli enti pubblici italiani. Il posizionamento delle nuove telecamere, che avverrà nelle prossime settimane, consentirà di reprimere e contrastare episodi purtroppo ormai sempre più frequenti in diverse aree della città, uno strumento efficace e flessibile anche per fronteggiare anche altre problematiche legate al degrado urbano. Adesso è però di fondamentale importanza – conclude Tacchella – che venga instituito dal Comune di Verona quanto prima la figura della guardia ambientale. Una figura che si occupi esclusivamente del contrasto al degrado urbano in materia di abbandono di rifiuti ingombranti, prevenzione e repressione, anche grazie all’utilizzo delle nuove telecamere, come già avviene già in diverse città italiane. Nei prossimi giorni invieremo all’amministrazione una bozza di regolamento comunale per la gestione delle guardie-ispettori ambientali».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, ecco il "tampone multiplex": a Negrar un unico test per riconoscere tre diversi virus

  • Virus, il vaccino veronese fa sperare: «È ben tollerato e induce risposta immunitaria»

  • Tragico incidente sul lavoro: operaio 38enne precipita a terra e muore

  • Ordinanza Zaia: si può passeggiare al lago o in montagna? Mascherina, multe ai gestori locali

  • Tragico scontro tra auto e camion nella Bassa: morto un trentenne

  • Giovane veronese muore in un incidente il giorno del compleanno al rientro dal lavoro

Torna su
VeronaSera è in caricamento