Sport San Zeno / Viale Colonnello Galliano

Paralimpiadi di Tokyo, due medaglie veronesi in un giorno: Raimondi e Palazzo

Stefano Raimondi, già oro nei 100 metri rana categoria SB9, ha vinto il bronzo nei 100 metri stile libero S10. Xenia Palazzo si è invece aggiudicata l'argento nei 200 metri misti categoria SM8

Giornata di medaglie veronesi oggi, 28 agosto, alle Paralimpiadi di Tokyo. Il nuoto regala ancora soddisfazione agli atleti azzurri come il 23enne Stefano Raimondi, che qualche giorno fa aveva vinto una medaglia d'oro nei 100 metri rana categoria SB9 ed oggi è salito ancora sul podio con il terzo posto nella finale dei 100 metri stile libero S10. Ma dopo l'impresa di Raimondi è arrivata quella di Xenia Palazzo, nuotatrice veronese di origini siciliane, medaglia d'argento nei 200 metri misti categoria SM8. Xenia Palazzo ha chiuso la sua gara alle spalle della campionessa americana Jessica Long e davanti alla russa Mariia Pavlova

«Un raccolto straordinario, quello che i nostri atleti veneti stanno mietendo - ha commentato il presidente della Regione Veneto Luca Zaia - Quella di Xenia è la prima medaglia femminile della nostra regione in questa Paralimpiade e ci regala un'altra storia di quelle da cui si può soltanto prendere lezione. Figlia di nuotatrice, sorella di Misha anche lui nuotatore paralimpico, Xenia raccoglie un nuovo prestigioso traguardo per lo sport veneto. La sua vita è un simbolo di volontà, riscatto e valore della famiglia. Vittima alla nascita di una grave patologia, è sua madre a portarla in vasca all’età di tre mesi, a fare terapia in piscina. Come ha ricordato lei stessa, da lì è partito tutto e oggi è alla sua seconda Paralimpiade, portando a casa questo fantastico secondo gradino del podio».

Xenia ha esordito a Rio 2016, dove ha conquistato due finali. Campionessa europea nel 2018 nei 200 misti e 400 stile, argento ai Mondiali di Londra 2019 nei 400 stile libero, ha staccato il pass per Tokyo vincendo ben 7 medaglie (3 ori, 2 argenti e 2 bronzi) agli Europei Open Funchal 2021. «La carriera di Xenia ci assicura che con lei avremo ancora altri momenti magici - ha concluso Zaia - Le sue sono medaglie che premiano la capacità di non porsi limiti e la volontà di guardare avanti. Medaglie che idealmente ci piace vedere condivise con i suoi genitori per il successo che ha coronato il loro amore e i loro insegnamenti».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Paralimpiadi di Tokyo, due medaglie veronesi in un giorno: Raimondi e Palazzo

VeronaSera è in caricamento