rotate-mobile
Lunedì, 27 Maggio 2024
Volley

Rana Verona supera anche Modena e conquista la sua prima finale play off 5° posto

Lunedì sera i ragazzi di coach Stoytchev si sono imposti sul parquet del Pala Agsm Aim con il risultato di 3-1 e sabato affronteranno, ancora in casa, la Cucine Lube Civitanova

Grande serata quella di lunedì per la Rana Verona, che ha calato il bis, dopo pochi giorni, contro la Valsa Group Modena e conquistato l’accesso alla prima finale dei play off 5° posto della sua storia. Gli scaligeri sono riusciti a spezzare l’equilibrio dei primi due set, aggiudicandoseli entrambi e costringendo gli avversari a riaprire il discorso nel terzo. Lucidità e scioltezza, poi, sono state le chiavi del quarto parziale, dove la squadra di Coach Stoytchev ha tenuto in controllo la sfida, strappando così il pass per l’atto conclusivo di questa fase. Partita maiuscola dei tre martelli di casa Dzavoronok, Keita ed Amin, che insieme hanno totalizzato 55 punti, mentre al centro Cortesia è andato a segno 8 volte.
Adesso Spirito e compagni sono attesi dall’ultima tappa della stagione e davanti si troveranno la Cucine Lube Civitanova, sabato alle 18, con il Pala Agsm Aim sempre a fare da cornice.

La cronaca

Nello schieramento iniziale, coach Stoytchev ha confermato Spirito in cabina di regia con Amin nel ruolo di opposto a completare la diagonale. In posto quattro, spazio a Dzavoronok e Keita, mentre al centro c'erano Cortesia e Grozdanov, con D’Amico come libero.

Il match è iniziato con l’ace di Sanguinetti in zona di conflitto, a cui hanno risposto nelle azioni successive Amin e Keita con due mani-out (2-1). L’opposto col 9 ha firmato il doppio vantaggio con una diagonale stretta, gli ospiti hanno riportato equilibrio, poi Cortesia ha timbrato il primo tempo per il 5-4. Il muro di Davyskiba è valso il sorpasso, poi Sapozhkov ha mandato i suoi sopra di due (6-8). Keita ha rilanciato Verona, che è tornata avanti, ma è stato un botta e risposta continuo, con Amin che ha provato a interrompere con il diagonale del 13-12. Dzavoronok ha trovato il varco giusto su un’invenzione di Spirito in bagher rovesciato, prima di andare a segno anche in battuta (17-15). Keita è salito in cielo per mantenere il vantaggio, incrementato dal monster block di Spirito (20-17). Cortesia ha scaricato la sua potenza da centro rete e firmato il 22-18. Sanguinetti ha accorciato, ma dai nove metri Davyskiba ha sbagliato e consegnato il primo set alla truppa locale (25-23).

I muri di Amin e Grozdanov hanno aperto le danze nella seconda frazione. Modena è risalita, timbrando la parità con Sapozhkov e con il tocco morbido di Davyskiba ha sorpassato (5-6). Amin ha smorzato il tentativo di fuga degli ospiti, ma Sanguinetti ha alzato la voce a muro e creato il distacco (6-9). Ci ha pensato Dzavoronok a ridare vigore ai suoi con uno-due che è valso l’8-10. Modena ha giocato di nuovo al centro e Brehme ha sfruttato il suggerimento, timbrando il 10-14. Cortesia ha fermato Sapozhkov, il pubblico si è esaltato e Verona ha ridotto il gap, poi Spirito è andato di prima intenzione per il pari (14-14). Dzavoronok ha invertito l’inerzia e gli emiliani hanno ricucito, poi Amin ha siglato il nuovo pari sul 17-17. All'ace di Davyskiba ha replicato Sanguinetti e i canarini sono risaliti sul 18-21. Grozdanov e Keita hanno rimesso la sfida in equilibrio con due monster block da urlo, prima che D’Amico si esibisse in un prodigio in difesa che ha permesso a Keita di stendere il 22-21. Modena ha accusato il colpo e gli scaligeri hanno raddoppiato con Keita (25-22).

Avvio convincente anche nel terzo set per Verona, con Amin che ha buca il taraflex per il 3-0. Modena è rimasta aggrappata al punteggio soprattutto grazie a Davyskiba, ma Dzavoronok ha trasformato in oro una palla sporca, bucando le mani degli avversari da posto quattro, prima di insaccare l’ace del 10-7. Amin si è preso la scena con due muri di seguito che hanno aumentato il distacco tra le due squadre (13-8). Sapozhkov ha trovato il lungolinea vincente che ha dato ancora fiducia ai ragazzi di Giuliani. Amin non ha nuovamente lasciato scampo alla difesa avversaria e ridato respiro ai suoi, Davyskiba ha accorciato da seconda linea con la pipe, ma il numero 10 scaligero ha punito con il mani out del 18-16. Pari di Brehme al termine di un lungo scambio, ma è stato ancora Amin a fare male. La palla sembrava non voler cadere, ma Verona ha insistito e con l’iraniano torna sopra. Pinali ha insaccato per il nuovo parie firmato poi il sorpasso (21-22). Modena è rimasta sopra e con Davyskiba ha riaperto il match.

Keita ha risposto subito a Pinali, con Cortesia che ha cercato di spezzare l’equilibrio con un gran primo tempo, seguito dai due ace da applausi di Keita (6-3). Dzavoronok ha fatto il suo a muro e incrementato il vantaggio, con Sapozhkov a segno che ha ridotto il gap. Verona, però, ha ripreso in mano le redini dell’incontro: Amin ha timbrato il muro, Davyskiba ha spedito fuori da seconda linea e il punteggio è andato sull’11-7. Cortesia ha punto da posto tre, Amin ha fatto lo stesso dai nove metri e gli scaligeri hanno guadagnato cinque lunghezze (14-9). Keita ha centrato il bersaglio con la pipe, poi il solito 10 iraniano ha tagliato la sfera per il 17-12. Modena ha provato a tornare in partita, ma Spirito ha imbeccato Keita in posto quattro per il 20-15. Dzavoronok ha sfondato il muro di Sapozhkov (23-19), Pinali ha tenuto a galla i suoi, ma il ceco ha infilato il match point, con Verona che ha messo il sigillo sulla sfida con il colpo definitivo di Keita (25-19).

Il tabellino

Rana Verona-Valsa Group Modena 3-1
(25-23; 25-22; 23-25; 25-19)

Rana Verona: Spirito 2, Amin 18, Keita 20, Dzavoronok 17, Cortesia 8, Grozdanov 2, D’Amico (L), Jovovic, Sani, Mozic, Mosca, Zingel, Zanotti, Bonisoli (L). Allenatore: Stoytchev.
Valsa Group Modena: Bruno, Sapozhkov 19, Rinaldi 2, Davyskiba 23, Sanguinetti 9, Brehme 8, Federici (L), Boninfante, Juantorena, Pinali G., Pinali R. 5, Stankovic, Sighinolfi, Gollini, Menchetti (L). Allenatore: Giuliani.

Arbitri: Cappello (1°), Brunelli (2°), Marconi (3°).
Addetto Video Check: Mischi.

Durata set: 30’; 27’; 32’; 25’; totale: 1h54’

Attacco: Rana Verona 54%; Valsa Group Modena 51%.
Muri: Rana Verona 12; Valsa Group Modena 7.
Ace: Rana Verona 5; Valsa Group Modena 5.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rana Verona supera anche Modena e conquista la sua prima finale play off 5° posto

VeronaSera è in caricamento