Lunedì, 14 Giugno 2021
Sport San Michele / Via Montelungo

Protocolli anti-Covid non rispettati, Virtus Verona multata. «Faremo ricorso»

Per la società sportiva di Borgo Venezia, la multa è di 16mila euro. Mentre il presidente Luigi Fresco e il medico Stefano Angeli hanno ricevuto un'ammenda di 12mila euro e un'inibizione di dodici mesi

Luigi Fresco (Foto Instagram Virtus Verona)

Non avrebbe rispettato il protocollo anti-Covid e per questo la mano pesante della giustizia sportiva è calata sulla Virtus Verona. Ieri, 31 maggio, il Tribunale Federale Nazionale della Figc ha accolto il deferimento del procuratore federale del 12 maggio scorso ed ha emesso sanzioni importanti nei confronti del club veronese, del suo presidente e allenatore Luigi Fresco e del medico sociale Stefano Angeli.
Per la Virtusvecomp Verona la multa è stata di 16mila euro, mentre Fresco e Angeli hanno ricevuto un'ammenda di 12mila euro e un'inibizione di dodici mesi.

Stupita della sentenza, la Virtus Verona ha già annunciato ricorso «contro una decisione considerata infondata». La società sportiva di Borgo Venezia ha sottolineato che «ogni iniziativa in merito alle disposizioni attuate circa il protocollo anti-Covid è stata, di volta in volta, preventivamente concordata con le autorità federali competenti».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Protocolli anti-Covid non rispettati, Virtus Verona multata. «Faremo ricorso»

VeronaSera è in caricamento